In merito alla notizia circa l’intenzione di consentire a Soverato l’edificazione di un “grattacielo” (così giornalisticamente definito), in pratica un ECOMOSTRO, sull’area ex Comac preannuncio una ferma ed irremovibile BATTAGLIA affinché ciò non succeda. Ad ogni modo, avendo la notizia già una storia di “sussurri” e “bisbigli” che si susseguono da mesi, posso asserire che negli uffici comunali non risulta allo stato alcun progetto in tal senso essendomi personalmente informato sul posto. Ciò non elimina la possibilità che questa notizia abbia un qualche fondamento visto che esiste la legge sul CD Piano Casa della regione Calabria che permetterebbe alla qualunque di avanzare il progetto eventuale sotto forma di SCIA o richiesta di permesso di costruire, quindi tramite SUE. In questa ipotesi, la parte politica verrebbe bypassata ed il tutto passerebbe dagli uffici in deroga agli strumenti urbanistici comunali senza bisogno di consigli comunali ad hoc ed altri interventi degli organi politici cittadini. Praticamente il consiglio comunale sarebbe impotente davanti alla speculazione edilizia ed alla devastazione del territorio da parte di interessi privati provenienti da fuori città! È per questo motivo che mi accingo a chiedere la convocazione di un consiglio comunale ad hoc che discuta dell’opportunità di preservare il sito storico della ex Comac e che valuti forme di destinazione alternativa, utile all’economia, rispettosa dell’ambiente ed in armonia con il contesto urbanistico, nell’interesse pubblico dei Soveratesi. Seguono aggiornamenti.

Vittorio Sica – Consigliere comunale di Soverato 

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram