Dopo il triduo di preghiera svoltosi mercoledì, giovedì e venerdì scorsi, si svolge oggi ad Amaroni la festa in onore di Santa Rita. Il parroco don Roberto Corapi celebrerà la messa oggi pomeriggio alle ore 18, mentre mezz’ora prima sarà recitato il santo Rosario. Al termine della celebrazione don Roberto procederà alla benedizione delle rose personali. Santa Rita è la patrona delle donne maritate infelicemente e viene invocata per i casi disperati e. Nacque a Roccaporena di Cascia verso il 1380. Secondo la tradizione, era figlia unica e fin dall’adolescenza desiderò consacrarsi a Dio, ma per le insistenze dei genitori fu data in sposa ad un giovane di buona volontà, ma di carattere violento. Dopo l’assassinio del marito e la morte dei due figli, soffrì per l’odio dei parenti che con fortezza cristiana riuscì a riappacificare. Vedova e sola, in pace con tutti, fu accolta nel monastero agostiniano di santa Maria Maddalena, in Cascia. Visse per quarant’anni anni nell’umiltà e nella carità, nella preghiera e nella penitenza. Negli ultimi quindici anni della sua vita, portò sulla fronte il segno della sua profonda unione con Gesù crocifisso. Morì il 22 maggio 1457. Invocata come taumaturga di grazie, il suo corpo si venera nel santuario di Cascia, mèta di continui pellegrinaggi. Beatificata da Urbano VIII nel 1627, venne canonizzata il 24 maggio 1900 da Leone XIII. E’ invocata anche come santa del perdono e paciera di Cristo.

Carmela Commodaro

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram