Approvato all’unanimità l’assestamento del bilancio di previsione dell’esercizio finanziario 2017 della Provincia di Catanzaro

CATANZARO –  Approvato all’unanimità l’assestamento del bilancio di previsione dell’esercizio finanziario 2017, con la ratifica della delibera n.421 del 30 novembre scorso. Su proposta del presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, il Consiglio provinciale riunito stamattina, alla presenza anche del direttore generale avvocato Vincenzo Prenestini e del dirigente del settore Ragioneria, dottor Pino Canino, ha dato il via libera ad una variazione che prevede l’incremento di risorse per i settori Viabilità e l’Edilizia scolastica per garantire, ad esempio, il riscaldamento delle scuole di competenza e interventi sulle strade, attingendo alle economie di spesa per fare fronte alle richieste dei Settori.
“La legge di bilancio 2018, seppure non risolve appieno la situazione critica delle Province, presenta alcune misure di estrema importanza, sia per le risorse stanziate sia per il segnale chiaro di inversione di rotta: per la prima volta dopo tre anni avremo infatti la disponibilità di fondi pluriennali e potremo, sia pure con tutte le difficoltà del caso, ricominciare a programmare – ha spiegato il presidente Bruno, salutando i consiglieri presenti e augurando loro un felice anno nuovo – . La legge di Bilancio 2018, dunque, ci restituisce l’autonomia finanziaria e quella organizzativa, riaffermando per le Province i principi contenuti nella Costituzione e che fino ad oggi erano stati disattesi. Certo, non abbiamo ancora raggiunto a pieno l’obiettivo della copertura delle spese per i servizi a fabbisogno standard, ma abbiamo una posizione di partenza avanzata da cui possiamo avviare il confronto con il Governo e il Parlamento che verranno, per consolidare ulteriormente i bilanci delle Province. L’impegno dell’Upi nazionale per la reintroduzione delle risorse per le Province, azzerando i tagli imposti dalla legge 190/2015, è stato fondamentale: ancora non siamo a quel livello, visto che ancora molti Enti hanno difficoltà ad approvare il bilancio, né  riusciamo a redigere bilanci e piani pluriennali, ma le maggiori risorse a disposizione ci consentono di pensare al futuro con maggiore fiducia per garantire sicurezza ai nostri cittadini, soprattutto per gli interventi di manutenzione su strade e scuole. La legge Delrio sarà sicuramente rivista dal prossimo Parlamento – ha concluso il presidente Bruno -. Le Province meritano il giusto riconoscimento di Ente virtuoso e fondamentale nel raccordo tra Regioni e Comuni, fondamentale per la vita dei territori”.
Il Consiglio provinciale ha anche approvato quindici delibere relative a prese d’atto di sentenze passate in giudicati e adempimenti consequenziali.