Aumenta nel 2021 il divario tra Nord e Sud, con la pandemia, le conseguenze della guerra in Ucraina e i rischi di instabilità politica che vanno a sommarsi alle storiche fragilità strutturali del Meridione. Il Sud ha partecipato alla ripresa nazionale, che si è via via indebolita, ma le vicende internazionali hanno peggiorato radicalmente lo scenario. A evidenziarlo sono le Anticipazioni del Rapporto Svimez 2022 sull’economia e la società del Mezzogiorno.
fsc/gsl
Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram
Indietro