REGGIO CALABRIA, – Si è costituito nella Questura di Reggio Calabria, il terzo indagato per il sequestro a scopo di estorsione, avvenuta lunedì scorso, di un anziano, al quale è stata anche amputata la falange di un dito allo scopo di costringerlo allo scopo di fargli confessare la presunta sottrazione ai loro danni di 180 mila euro. La persona che si è costituita è Manuel Monorchio, di 26 anni, accusato, come i suoi complici, Renato Chirico Mediati, di 55 anni, e Mariano Domenico Corso, di 35, anche di rapina e lesioni personali. Reati tutti aggravati dalle modalità mafiose.   A carico di Monorchio il Gip distrettuale di Reggio Calabria, Vincenzo Quaranta, su richiesta del Procuratore della Repubblica, Giovanni Bombardieri, e del sostituto della Dda Walter Ignazitto, aveva emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere che è stata eseguita dalla Squadra mobile reggina. (ANSA).

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram
Indietro