Si è svolto, a Roma, presso la sede dell’Agenzia per la Coesione Territoriale, su iniziativa del Ministro per il Sud e della Coesione Territoriale, Mara Carfagna, l’incontro con iCommissari Straordinari ZES, i Presidenti regionali di Confindustria  del Mezzogiorno, e la tecnostruttura di Confindustria, sul tema “Le ZES per le imprese”, durante il quale è stato condiviso il metodo e il percorso per rendere continuativa ed efficace la collaborazione, precedentemente avviata tra Ministero, Confindustria e Commissari ZES.
Presenti alla riunione il Presidente di Unindustria Calabria Aldo Ferrara, accompagnato dal Direttore Dario Lamanna.
“È stato un proficuo confronto, commenta soddisfatto ilPresidente Ferrara, in quantole Zone Economiche Speciali rappresentano, indubbiamente, un importante volano di sviluppo dell’intero territorio, un tassello fondamentale per l’applicazione concreta del Piano Regionale di Ripresa e Resilienza. Lo sviluppo della Calabria deve, infatti, necessariamente passare attraverso l’incremento ed il miglioramento dei trasporti e delle relative strutture logistiche. Quando parliamo di infrastrutture, continua Ferrara, dobbiamo, infatti, ragionare anche di infrastrutture digitali e logistiche nella consapevolezza che gli investitori arrivano solo se trovano condizioni di contesto che possano concretamente e velocemente permettere la realizzazione degli insediamenti produttivi. Ecco perché la Calabria, sfruttando la sua posizione strategica e l’enorme potenziale che questa terra offre, dovrà fare da catalizzatore per nuove forme di investimento, attraendo gli imprenditori che hanno deciso di investire, rendendo appetibile il territorio e configurandosi, al contempo, competitiva a livello internazionale. La Zes è un’opportunità da non perdere, ma deve concretamente funzionare, con tempi certi, attuando un percorso di collaborazione tra le istituzioni e i principali attori coinvolti, a cui devono seguire i necessari strumenti di semplificazione dei processi burocratici ed amministrativi e le misure di agevolazione fiscale previsti dalla normativa vigente e dalle numerose opportunità che scaturiscano dal PNRR e dalla Programmazione Unitaria. Penso ad esempio alla funzione di stazione appaltante che può essere svolta dagli stessi Commissari. Un progetto di sistema, conclude il leader degli industriali calabresi, capace di sincronizzare proposte ed azioni, ed in tale direzione è fondamentale che i Commissari inizino immediatamente ad operare con una struttura organizzativa funzionale agli obiettivi da perseguire. L’incontro si è concluso con l’impegno di sottoscrivere un protocollo di intesa che garantisca stabilità e connotazione strutturale al percorso di collaborazione avviato”.

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram
Indietro