PALMI, – Erano intenti a coltivare alcune piante di cannabis indica all’interno di un edificio apparentemente abbandonato. E’ accaduto nel reggino dove in carabinieri della Compagnia di Palmi assieme ai colleghi dello Squadrone eliportato Cacciatori hanno arrestato due persone con l’accusa di produzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti e uno dei due anche per detenzione illecita di armi clandestine e munizioni. Durante un servizio, i militari hanno notato due persone che trasportavano all’interno dell’edificio materiale utile per la manutenzione delle serre. Insospettiti dal movimento sono entrati nel seminterrato dove hanno sorpreso gli arrestati e individuato una piantagione al coperto di circa 60 piante di cannabis indica. Il locale presentava una complessa architettura di materiali, utili per la cura e la manutenzione delle piante, elaborata per garantire una coltivazione efficace anche in caso di condizioni meteorologiche avverse. Inoltre era stato realizzato un allaccio abusivo alla linea della corrente elettrica. A seguito di una perquisizione all’interno dei locali e nelle pertinenze dello stabile, tra cui una abitazione in uso a uno dei due soggetti, sono state inoltre trovate due pistole clandestine tra cui un revolver, e circa 50 munizioni, il tutto detenuto illecitamente. Il locale è stato sequestrato assieme alle armi e alle piantine di cannabis. (ANSA).

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram
Indietro