Nella giornata del 9 Giugno, i Carabinieri della Stazione di Squillace, deferivano in stato di libertà una donna a seguito di accertamenti disposti dall’Autorità Giudiziaria in merito alla detenzione di cani tenuti in condizioni precarie. Il servizio veniva eseguito unitamente al personale dell’ASL servizi di igiene pubblica e personale della società “Pet service”. Nello specifico all’interno dell’abitazione venivano individuati 15 cani di cui solo 2 muniti di microchip e tutti tenuti in pessime condizioni igienico sanitarie, alcuni dei quali risultavano affetti da varie malattie quali rogna sarcoptica, peticulosi, emaciamento e dermatiti derivanti da malattie parassitarie. Anche l’abitazione non risultava essere abitabile in quanto non erano presenti i criteri minimi di igiene. I militari procedevano al sequestro amministrativo dei cani che venivano trasportati presso il canile di Torre Melissa.

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram
Indietro