“Inventiamo una banconota 2021-22” è la denominazione del premio nazionale indetto dalla Banca d’Italia, la cui fase di selezione si è svolta lunedì 6 giugno a Roma. Superata la fase regionale e quella interregionale del concorso, al quale hanno partecipato 281 istituti di istruzione superiore italiani, la proposta progettuale elaborata dagli studenti e dai docenti della classe seconda A del liceo artistico di Squillace, che fa parte dell’Istituto Majorana di Girifalco, è risultata vincitrice nazionale. I vincitori sono stati premiati con un attestato e un contributo in denaro di 10 mila euro da Ignazio Visco, governatore della Banca d’Italia, nella sede centrale di Roma. Il tema della nona edizione del premio era “Un nuovo inizio: ripartire attraverso l’economia”; una proposta tesa a incoraggiare gli studenti a riflettere, nel post pandemia, sulle opportunità che rappresenta per le nuove generazioni la ripartenza in chiave economico-finanziaria. Un’occasione per discutere in classe, sotto la guida dei docenti, dei valori di educazione finanziaria del nostro Paese e di trasporre le idee, le proposte e i sentimenti in un disegno di banconota immaginaria. Gli studenti della seconda A del liceo artistico squillacese sono stati guidati dai docenti di indirizzo Adriana Vito, Giuseppe Stillo, Serena Grasà e Patrizia Lagrotteria: hanno proposto un bozzetto di banconota raffigurante un’arancia, la terra, che, nell’evolversi in apertura della buccia, sviluppa i riferimenti alle energie rinnovabili per un mondo futuro caratterizzato dalle scelte sostenibili in riferimento ai diciassette obiettivi di Agenda 2030. «Per il liceo artistico di Squillace – sottolinea il dirigente scolastico Tommaso Cristofaro – si tratta di un riconoscimento dell’impegno di tutto il personale scolastico, teso a sostenere un percorso formativo di qualità dell’indirizzo “design” pensando già all’ampliamento dell’offerta formativa che, per il prossimo anno scolastico, prevede anche l’attivazione dell’indirizzo “architettura e ambiente”».
Carmela Commodaro

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram
Indietro