Si è svolta questa mattina, sul lungomare di Soverato, la Giornata nazionale dello sport organizzata dal Coni point di Catanzaro. La città jonica ha ospitato la manifestazione, promossa in tutta Italia dal Comitato olimpico, e istituita nel 2003 dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Tanti ragazzi e ragazze si sono ritrovati nell’anfiteatro a mare di Soverato dove hanno potuto praticare sport in un clima di festa e in una calda giornata di sole. La Giornata nazionale dello sport è stata l’occasione per una ripartenza delle attività dopo i due anni di stop dovuto alla pandemia e, proprio per questo, ha assunto un significato ancor più alto, come simbolo di speranza e di rinascita che, attraverso lo sport, possano estendersi a ogni ambito della vita sociale. Danza sportiva, wushu, pallavolo, pallamano, basket, taekwondo, tai-chi, vela e immersioni subacquee sono state tra le attività svolte a Soverato che, ancora una volta, ha dimostrato di saper coniugare la propria spiccata vocazione turistica con le opportunità legate allo sport. L’iniziativa si è aperta con i saluti del sindaco ff di Soverato, Daniele Vacca, e del delegato provinciale del Coni, Giampaolo Latella, alla presenza del fiduciario locale del comitato olimpico, Giuseppe Pipicelli.  “Abbiamo vissuto un momento di grande valore per il nostro movimento – ha commentato Giampaolo Latella -. In questi anni, assieme al presidente del Coni regionale Maurizio Condipodero, abbiamo assunto iniziative per sostenere le società colpite dalla pandemia, ma la rinascita dello sport passa dal campo e dalla ripresa delle attività, sia di base che agonistiche. La risposta arrivata dalla Gns, nonostante il gran caldo, è stata soddisfacente e rafforza il ruolo del Coni come primo attore della governance sportiva sul territorio. Nei prossimi mesi – ha concluso – saranno organizzate nuove attività perché avvertiamo la responsabilità di restituire ai giovani ciò che gli ultimi due anni hanno tolto in termini di svago, di aggregazione sociale e di educazione ai sani e corretti stili di vita”. Nel corso della cerimonia di apertura sono stati consegnati riconoscimenti a Giuseppe Pipicelli e Antonio Matozzo, di recente insigniti, rispettivamente, delle stelle d’oro e d’argento al merito sportivo; alla nuotatrice Simona D’Andrea, testimonial Aniad nella lotta contro il diabete; e al Corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta, che ha contribuito con i propri medici e mezzi di emergenza alla riuscita della manifestazione.

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram
Indietro