Momento fondamentale per cominciare a parlare del futuro politico dell’Italia, proprio nei giorni in cui si discute dell’elezione del Presidente della Repubblica


CATANZARO – Ci saranno oltre 50 importanti amministratori calabresi all’evento organizzato dal gruppo al Senato Idea-Cambiamo, che si terrà a Napoli domani, sabato 15 gennaio 2022, alle ore 10:00 (sarà possibile seguire l’evento sulla piattaforma Zoom) dal titolo “Dall’Italia che deve crescere, una proposta per il paese”. Tanti i simpatizzanti che hanno fatto richiesta di accredito per questo primo incontro, dedicato al centro sud.
L’iniziativa si preannuncia come un momento fondamentale per cominciare a parlare del futuro politico dell’Italia, proprio nei giorni in cui si discute dell’elezione del Presidente della Repubblica e di una Federazione tra i partiti del centro, l’area politica di riferimento di molti politici che parteciperanno all’iniziativa. La delegazione calabrese sarà guidata dal consigliere regionale Francesco De Nisi. «Sarà una giornata di ascolto – ha dichiarato l’esponente politico – insieme a tante figure politiche con cui da mesi stiamo cercando di disegnare il percorso da seguire. Le elezioni regionali e il consenso popolare ci hanno investito di una grande responsabilità.
Adesso la Calabria chiede e ha bisogno di cambiare. Occorre sconfiggere l’emergenza Covid, senza perdersi nella burocrazia, e pianificare la ripartenza, governando con competenza».
Parteciperanno anche molti giovani da tutto il Meridione e in loro rappresentanza è previsto l’intervento di Cetty Scarcella, esponente del movimento legato al senatore Gaetano Quagliariello e al presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, promotori dell’iniziativa.
«Vogliamo – ha detto la giovane politica calabrese – essere protagonisti della crescita del nostro Paese. Draghi sta riportando finalmente la politica al valore che merita, contenendo l’improvvisazione grillina e i populismi. Oggi serve serietà e concretezza e sono sicura che noi giovani daremo un contributo fondamentale».
Alla convention hanno già aderito diversi esponenti di spicco della politica italiana tra cui Romani, Marin, Mastella, Faraone, e Nencini ma la l’elenco è destinato ad allungarsi in queste ore. «Il nostro movimento politico, che ha dimostrato in questo tempo di crisi di possedere il pragmatismo della cultura di governo e la capacità di visione di chi
aspira a creare il possibile invece di limitarsi a gestire l’esistente, ha le carte in regola per offrire al Paese una proposta e una cornice ideale dalle quali ripartire dopo una crisi che ha sconvolto i nostri paradigmi». Quagliariello, Brugnaro e Toti, come si evince dalle loro parole, continuano a dare il loro contributo positivo al Sud. La Calabria risponde attivamente e concretamente.

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram
Indietro