ULTERIORI MISURE RESTRITTIVE E PREVENTIVE TEMPORANEE, RELATIVE ALL’EMERGENZA SANITARIA DA COVID-19: SOSPENSIONE, A SCOPO PRECAUZIONALE, DELLE ATTIVITA’ DIDATTICHE IN PRESENZA NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO E CHIUSURA DEGLI ASILI NIDO PER IL PERIODO DAL 10 GENNAIO 2022 AL 15 GENNAIO 2022.

Il Sindaco ff Arch. Daniele VACCA VISTO il Decreto Legge 24 dicembre 2021 n. 221 “Proroga dello stato di emergenza nazionale e ulteriori misure per il contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19”, pubblicato sulla G.U. n. 305 del 24.12.2021;
VISTO l’art.1 “Dichiarazione dello stato di emergenza nazionale” del Decreto suddetto che stabilisce che “in considerazione del rischio sanitario connesso al protrarsi della diffusione degli agenti virali da COVID-19, lo stato di emergenza dichiarato con deliberazione del Consiglio dei ministri del 31 gennaio 2020 è ulteriormente prorogato fino al 31 marzo 2022”;
VISTA l’Ordinanza del Ministero della salute del 24.12.2021, “Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 nelle Regioni Calabria e Friuli-Venezia Giulia.”, pubblicata sulla G.U. n. 305 del 24.12.2021;
VISTI i provvedimenti ministeriali e regionali vigenti in materia di misure urgenti per il contenimento del contagio da Covid-19 e per la gestione dell’emergenza epidemiologica in atto, in particolare con riferimento alle misure per l’igiene dei servizi pubblici;
CONSIDERATO che l’epidemia si trova in una fase delicata e in ulteriore rapido aumento, alla luce dell’elevata incidenza, del carattere particolarmente diffusivo e dell’incremento dei casi;
DATO ATTO che sul territorio Regionale con Ordinanza del Presidente della Giunta Regionale n. 03 del 03.01.2022 sono state sospese le attività scolastiche anche per le giornate del 7 gennaio e dell’8 gennaio 2022, con conseguente ripresa delle attività scolastiche per il giorno 10 gennaio 2022;
CONSTATATO che l’evolversi della situazione epidemiologica, con una diffusione maggiore del virus, ha determinato ritardi per il tracciamento e le relative comunicazioni dei positivi;
PRESO ATTO, altresì, degli accertati casi di positività registrati, e che è opportuno perseverare nell’adottare misure precauzionali urgenti finalizzate a contenere ogni possibile ulteriore contagio a scopo preventivo e prudenziale, nel puntuale rispetto delle indicazione dell’I.S.S. “di mantenere la riduzione delle interazioni fisiche e della mobilità”;
RITENUTO per quanto sopra, opportuno e necessario, disporre, a scopo precauzionale, la sospensione delle attività didattiche in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado e la chiusura degli asili nido, presenti sul territorio comunale, per il periodo 10 gennaio 2022- 15 gennaio 2022, VISTA la Legge 23 dicembre 1978 n. 833, art. 32, che attribuisce al Sindaco in qualità di Autorità Sanitaria Locale competenze in materia di adozione dei provvedimenti finalizzati alla tutela della salute pubblica;
RITENUTO pertanto alto il rischio di contagio per la popolazione scolastica;
SENTITI i dirigenti scolastici;
RITENUTO che le situazioni di fatto e di diritto fin qui esposte e motivate integrino le condizioni di
eccezionalità ed urgente necessità di tutela della salute pubblica;
VISTO lo Statuto Comunale;
Tutto ciò premesso

ORDINA

la sospensione, a scopo precauzionale, delle attività didattiche in presenza di tutte le scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio comunale, per il periodo compreso dal 10 gennaio 2022 al 15 gennaio 2022;
la chiusura, a scopo precauzionale, degli asili nido, presenti sul territorio comunale, per il periodocompreso dal 10 gennaio 2022 al 15 gennaio 2022. E’ confermata la Didattica a distanza come da disposizioni vigenti.
Il mancato rispetto degli obblighi previsti dalla presente ordinanza comporta l’applicazione di quanto previsto dall’art. 650 del C.P., ove il fatto non costituisca più grave reato.

DISPONE

La trasmissione della presente Ordinanza al Presidente della Giunta Regionale della Calabria, ai Dirigenti Scolastici, alle scuole e/o asili privati, alla Prefettura di Catanzaro, alla Questura di Catanzaro, alla Stazione dei Carabinieri, al Responsabile del Servizio di Polizia Locale ed all’Albo Pretorio per la pubblicazione;
Comunica che avverso il presente provvedimento è ammesso, nel termine di 60 gg, ricorso al TAR di Catanzaro oppure ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 gg.
Dalla Residenza Municipale lì 07/01/2022

F.to Il Sindaco ff
Arch. Daniele VACCA

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram
Indietro