Si intitola “Covid 19, nemico invisibile che non si commuove” ed è stata composta mentre si trova in isolamento perché positivo. Sono i versi del parroco di Amaroni don Roberto Corapi, che come tanti altri amaronesi ha contratto il Covid e si trova in quarantena nella casa parrocchiale da alcuni giorni. Una poesia scritta per dare speranza a tutti ed anche per promuovere la campagna vaccinale, definita da don Roberto “ vera grazia di Dio”. Ma ecco i versi di don Roberto: “È lì, sta in agguato,
un virus potente e accentuato./È un nemico molto potente, invisibile e trasparente./Lui cammina dietro di te,/con potenza,/con fermezza/e ti accarezza./Cerca di entrare dentro di te/e non ti accorgi
del perché./È un nemico assai invisibile/ e direi molto abile./Ha un nome,/mi dà l’aria di un cannone./E certo non si commuove,/si chiama Covid 19./Tu stai attento più che mai,/se no ad ammalarti arriverai./Un buon vaccino,/dolce e piccolino/renderà immune il tuo corpicino./E se il nemico /ti rende positivo,/non ti scordar/che hai fatto il vaccino./Un po’ di giorni combatterai,/
stando isolato, lo capirai/e solo così lo distruggerai./A contatto con gli altri ritornerai/e la speranza annuncerai./Tu positivo certo gioirai/e la campagna per il vaccino promuoverai”. Una lirica, quella di don Roberto Corapi, che sa di esperienza vissuta sulla propria pelle.
Carmela Commodaro

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram
Indietro