Visto il costante aumento delle positività riscontrate ad Amaroni, il sindaco Gino Ruggiero ha trasmesso con posta certificata al Dipartimento della Protezione Civile della Regione Calabria di valutare se ci sono i presupposti per dichiarare Amaroni “zona rossa”.
«Nel territorio comunale amaronese – specifica il sindaco – la situazione derivante dall’aumento esponenziale del numero dei contagiati sta diventando critica. Risultano positivi al test molecolare effettuato all’Asp 38 soggetti; almeno altri 20 mi hanno comunicato la positività al tampone molecolare effettuato presso strutture private. Inoltre, ieri, si sono sottoposte al tampone molecolare altre 190 persone, tra soggetti conviventi con positivi e persone risultate positive al test antigenico. Di questi siamo in attesa dei risultati». Secondo Ruggiero, la scia dei contagi non si ferma: in continuazione arrivano comunicazioni di nuovi contagiati sottoposti a test rapidi e a molecolari. La situazione è esplosa subito dopo Natale. «Nel frattempo – sottolinea – ho già emesso due distinte ordinanze restrittive». In seguito ai dati ufficiali del Dipartimento di Prevenzione dell’Asp di Catanzaro e al fine di ridurre al massimo la circolazione del virus e bloccare questa ondata di contagi, Ruggiero, dunque, chiede di valutare l’opportunità di dichiarare “zona rossa” il territorio comunale di Amaroni.
Carmela Commodaro

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram
Indietro