Un particolare consiglio comunale, quello tenuto nei locali del Teatro Comunale satrianese, arricchitosi della presenza di tanti ragazzi e docenti della Scuola Secondaria di Primo Grado, plesso Laganosa IC Soverato1, arrivati per assistere all’elezione del sindaco dei ragazzi e dei suoi consiglieri. In apertura dell’Assise, infatti, sono stati accolti gli eletti, Giuseppe Rossomanno sindaco e i consiglieri: Margherita Sergi, Rosamaria Viscomi, Domenico Pittelli, Agostino Pisano, Luigi Ionadi, Pasquale Sergi, Roberta Cocuzza, Luca Iovan, Serena Serrao, Milena Modugno, Jlenia De Marco, e Raffaella Pittelli, fatti accomodare negli scranni comunali. Qui, il neo Sindaco dopo aver ringraziato i suoi elettori e promesso di impegnarsi a dare voce agli interessi dei ragazzi e della scuola, ha ricevuto da parte del primo cittadino, la fascia tricolore, che ha indossato con orgoglio e gioia, accompagnato dagli applausi dei presenti. Dopo la presa d’atto dell’avvenuta elezione del baby-sindaco e dei componenti del consiglio comunale dei ragazzi, la riunione è continuata con la discussione degli altri punti all’ordine del giorno e all’approvazione del verbale della seduta precedente. Si è proceduto, poi, con il conferimento della cittadinanza onoraria al “Milite Ignoto”, una proposta di deliberazione, assunta all’unanimità dal consiglio, avanzata dall’Associazione Nazionale Reduci e Combattenti sezione di Satriano. A riguardo, è intervenuta la presidente Mariella Battaglia, ringraziando e sensibilizzando ulteriormente sull’evento, di notevole importanza. Si è proceduto, poi, con la ricognizione periodica delle partecipazioni pubbliche del comune e alla ratifica della delibera comunale afferente una variazione di Bilancio di Previsione Finanziario 2021-2023, nei confronti della quale la minoranza ha espresso voto contrario perché non ritenuta essenziale. Infine, si è passati alla trattazione del sesto punto all’odg, riguardante l’approvazione del documento strategico preliminare e anticipazione sulle misure anticipatorie necessarie per la redazione del conclusivo piano di azione nell’ambito del Contratto di Fiume e Costa Valle dell’Ancinale. In merito a questo punto, è stata accolta la richiesta della minoranza di rinviare la discussione dell’argomento al prossimo consiglio comunale che dovrà essere preceduto da uno o più incontri preliminari al fine di approfondire la materia. Tale richiesta di rinvio da parte della minoranza è stata dettata dal mancato confronto su una grande questione quale il Contratto di Fiume e di Costa che necessita, sempre a detta della minoranza, il più ampio coinvolgimento possibile. Infine, è stata affrontata la problematica relativa alla tensostruttura per l’effettuazione di tamponi molecolari per l’accertamento dei casi Covid , non solo per i cittadini di Satriano ,ma per tutto il comprensorio. La tenda risulta installata della protezione civile, da oltre un anno nella marina di Satriano, in un’area adibita a parcheggio e vicino ad attività commerciali, una scuola e una chiesa. Notevoli i disagi e i malumori dei cittadini residenti in quella zona, nonché dei gestori delle attività commerciali e soprattutto dei titolari del bar che, presenti tra il pubblico, hanno manifestato le proprie perplessità sulla presenza della tenda e di come spesso si trovano costretti a fare la spola tra bancone ed entrata per assicurarsi che, chi deve sottoporsi a tampone, non entri nel locale mettendo a rischio l’incolumità di tutti, per cui hanno chiesto con urgenza lo spostamento della tenda in luoghi più periferici. Il sindaco nel dichiarare quanto sia stato costretto, a suo tempo a richiedere l’installazione della tenda per l’emergenza dovuta ali Covid, si è detto disponibile ad impegnarsi a considerare la possibilità di risolvere il problema.

Rosanna Paravati

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram
Indietro