Picco di contagi Covid in Italia da inizio pandemia. E per fermare la nuova ondata di casi, legata all’esplosione della variante Omicron che rappresenta ormai il 28,2% dei positivi, arriva una nuova stretta con il decreto di Natale. Niente feste in piazza e discoteche chiuse fino al 31 gennaio, super green pass per il caffè al bancone e per andare al museo o in palestra, mascherine Ffp2 in cinema, teatri, stadi e sui mezzi, alcune delle misure approvate dal Consiglio dei Ministri. Ieri i positivi rilevati in 24 ore sono stati quasi 44.595, con 168 decessi e tasso di positività al 4,9%. E i contagiati dalla variante Omicron, avverte Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto superiore di sanità, “a breve saranno maggioranza”.

GREEN PASS, DURATA SCENDE A 6 MESI

Il green pass durerà 6 mesi e non 9, come accade attualmente. La riduzione entra in vigore dal 1 febbraio 2022. Inoltre, con ordinanza del Ministro della salute, il periodo minimo per la somministrazione della terza dose si avvierà ad essere ridotto da 5 a 4 mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario.

MASCHERINE ALL’APERTO E FFP2, OBBLIGO

Scatta l’obbligo di mascherina all’aperto anche in zona bianca. Inoltre, il decreto Natale introduce l’obbligo della Ffp2 sui mezzi pubblici, ei teatri, cinema, locali all’aperto, stad. E questo fino al termine dello stato di emergenza, che al momento è fissato al 31 marzo.

SUPER GREEN PASS PIU’ ESTESO

Fino alla cessazione dello stato di emergenza, estensione dell’obbligo di Green Pass rafforzato – per vaccinati o guariti – alla ristorazione per il consumo anche al banco in bar e ristoranti. Estensione dell’obbligo di Green Pass rafforzato al chiuso per piscine, palestre e sport di squadra, ma anche per musei e mostre. Super Green Pass al chiuso per i centri benessere, centri termali (salvo che per livelli essenziali di assistenza e attività riabilitative o terapeutiche), parchi tematici e di divertimento, per centri culturali, centri sociali e ricreativi (esclusi i centri educativi per l’infanzia) al chiuso e per sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò.

DISCOTECHE, SCATTA LO STOP FINO AL 31 GENNAIO

E’ stato stabilito che fino al 31 gennaio 2022 sono vietati gli eventi, le feste e i concerti, comunque denominati, che implichino assembramenti in spazi all’aperto; saranno chiuse le sale da ballo, discoteche e locali assimilati, dove si svolgono eventi, concerti o feste comunque denominati, aperti al pubblico.

RSA

È possibile entrare per far visita alle strutture residenziali, socio-assistenziali, socio-sanitarie e hospice solo ai soggetti muniti di Green Pass rafforzato e tampone negativo oppure vaccinazione con terza dose.

VARIANTE OMICRON SARÀ PREVALENTE

Nelle terapie intensive la crescita è lenta, ma continua in tutto il Paese” e l’Rt si mantiene al di sopra di uno” dice Silvio Brusaferro in conferenza stampa a palazzo Chigi. Grazie alla flash survey “è possibile fare una stima sulla prevalenza della circolazione di Omicron, si attesta un po’ sopra il 28% e marca come questa variante cresca in modo rapido”, sottolinea il presidente dell’Iss. Una crescita che fa pensare a un “raddoppio in due giornate” quindi si può stimare che la variante Omicron sarà “dominante nelle prossime settimane”.

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram
Indietro