La Cgil di Sellia Marina guidata da Bruno Gallella riparte dalla Piattaforma di proposte che hanno animato la Proclamazione dell’ultimo Sciopero Generale organizzato congiuntamente con la Uil senza la partecipazione della Cisl.
In un dibattito pubblico svoltosi nell’aula consiliare del Comune di Sellia Marina con la presenza dei Vertici Provinciali dei Sindacati Confederali, si è sviluppato un dibattito che ha messo a nudo alcune Verità non più rinviabili e inprocastinabili. In Primis la Riforma delle aliquote dell’Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche che all’ ultimo Scaglione genera degli aumenti indegni quando sullo scaglione dei tre mila miliardari italiani genera un risparmio d’imposta considerevole. Un provvedimento iniquo che non rispetta il criterio Costituzionale che la Capacità Contributiva deve tendere ad essere a Progressione Geometrica a vantaggio dei ceti popolari più bisognosi e non viceversa. Nell’analisi relativa ad una logica di proposte migliorative della prossima legge di bilancio ha portato un effervescente contributo Politico il già Consigliere Comunale Antonio Tavella, che ha sottolineato in un momento politico particolare con un Governo Draghi sostenuto da una Coalizione larga con forze Politiche naturalmente alternative a stare insieme per sostenere una Crisi Pandemica ed economica senza precedenti. Il Già Consigliere Comunale ha sottolineato come oggi il Partito Democratico guidato da Enrico Letta deve connaturare con provvedimenti a sostegno delle fasce di popolazione che soffrono maggiormente la crisi la sua differenzazione dalle politiche portate avanti da Forza Italia e dalla Lega, che per esempio con il Consolidamento del Regionalismo differenziato favoriscono l’accentuazione del disequilibrio territoriale a Vantaggio delle aree forti del Paese. Il Pragmatismo politico sottolinea il già Consigliere Comunale Antonio Tavella deve riuscire a tradurre le giuste Rivendicazioni Sindacali in proposte politiche che modifichino il baricentro delle Politiche Governative, per poter essere incisivi nel rappresentare le istanze dei Gruppi sociali di riferimento senza generare conflitti sociali perpetui ma neanche come è apparsa la posizione della Cisl essere percepiti come eccessivamenti genuflessi alle Posizioni di Confidustria e delle Organizzazioni Datoriali. L’autonomia dei Sindacati deve incontrarsi con le Proposte della Politica.


Felice Caristo

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram
Indietro