Accoglienti e attenti, soprattutto alle esigenze dei più piccoli. In questa delicata fase in cui il contrasto alla diffusione del coronavirus resta una priorità che rischia di offuscare l’importanza della prevenzione in tutti gli ambiti, a partire da quello pediatrico, i medici dell’Azienda ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” si sono messi a disposizione gratuitamente per erogare prestazioni a favore delle fasce più fragili della popolazione. E questo grazie al “Progetto Prevenzione”,  nato e sostenuto con la collaborazione tra ACSA&STE ONLUS, CISOM (Corpo Italiano di Soccorso Ordine di Malta) e Club Lions Catanzaro Host. L’iniziativa è stata inaugurata nel 2018 e, in seguito allo stop forzato dello scorso anno, di configura come la terza edizione, coinvolgendo 11 reparti che hanno visitato in media sette piccoli pazienti ciascuno. L’offerta, quest’anno è stata ancora più articolata, con maggiore disponibilità di personale specialistico, sebbene purtroppo gli ingressi e le visite sono stati necessariamente contingentate nel rispetto delle misure anti-covid. Le visite sono state effettuate dalle 9 alle 14 negli ambulatori della Azienda Ospedaliera Pugliese-Ciaccio – in particolare Oculistica, Pediatria, Diabetologia, Allergologia, Reumatologia, Auxologia, Chirurgia Pediatrica, Otorinolaringoiatria, Psicologia,  Ginecologia – grazie alla collaborazione ed alla sensibilità della Direzione Aziendale guidata dal Commissario Straordinario, avv. Francesco Procopio. “Questa iniziativa è una ulteriore conferma del fatto che il nostro ospedale è sempre più vicino alla cittadinanza – ha affermato Giuseppe Raiola, Direttore dell’unità operativa di Pediatria dell’ospedale “Pugliese-Ciaccio” e presidente dell’associazione ACSA&STE ONLUS  -. Siamo al terzo anno di questa manifestazione che propone un approccio multidisciplinare alle varie problematiche presentate in età pediatrica e adolescenziale. In questo particolare contesto storico la realizzazione del ‘Progetto Prevenzione’ ha un estremo significato, proprio perché nella fase acuta della pandemia è stato impedito l’accesso ai vari ambulatori. E’ fondamentale consentire nuovamente l’accesso alle cure e, quindi, attivare la prevenzione per gli innumerevoli pazienti che quotidianamente hanno bisogno di essere seguiti. Questa è la prima di altre giornate che arriveranno e ci permetteranno di essere ancora più vicini ai nostri piccoli pazienti”. Il dottore Domenico Salerno, Direttore dell’U.O.C. di Chirurgia Pediatrica, ha voluto ringraziare il commissario straordinario dell’Azienda, Francesco Procopio che “ci ha dato la possibilità di poter utilizzare le attrezzature e l’ambulatorio dell’azienda ospedaliera ‘Pugliese-Ciaccio’. È un evento importante perché si promuove la salute, e questo vale soprattutto per i bambini che hanno la necessità di effettuare controlli che possono evidenziare patologie che talvolta non possono essere individuate. Quest’anno si sono aggiunti anche gli ambulatori di ginecologia, di Psicologia e psicoterapia. Speriamo di ripeterlo presto, con la collaborazione di tutti i colleghi che sono sempre aperti a questi progetti”. Nelle precedenti edizioni, gli ambulatori aperti hanno accolto anche in maniera divertente e colorata oltre sessanta bambini, ma – come ha evidenziato Saverio Salerno, capogruppo Cisom Catanzaro – i numeri quest’anno sono ovviamente inferiori per le limitazioni imposte nel contenimento del covid 19. Ogni ambulatorio prevede l’accesso per sette pazienti, le specialità sono tante e quindi i pazienti nonostante la limitazione i pazienti sono seguiti. Noi ci auguriamo di ripetere l’esperienza fatta finora e soprattutto contiamo in un aumento dei numeri, solo così potremo fare prevenzione e questo sarà fondamentale garantire il benessere dei nostri figli, che non è solo fisico ma anche psicologico e sociale ,così come sancito dall’Organizzazione mondiale della sanità”. Una occasione importante per stare vicino ai più piccoli “che vivono in situazioni di fragilità che la pandemia ha ulteriormente aggravato – aggiunge Antonio Scarpino, presidente del Club Lions Catanzaro Host. Il nostro dovere, anche come componenti di un Club servizi che promuove i principi di buona cittadinanza e la partecipazione attiva al bene civico, è quello di garantire la protezione, la tutela dei loro diritti e che crescano nel miglior modo possibile”.

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram
Indietro