La CGIL Area Vasta Catanzaro-Crotone-Vibo sarà in piazza a Bari, in concomitanza con la manifestazione nazionale di Roma, “per chiedere al Governo le giuste risposte nella Legge di Bilancio per il mondo del lavoro, per la previdenza, i giovani, le donne, il Mezzogiorno. Contro una riforma fiscale e previdenziale totalmente iniqua dal punto di vista sociale”. E’ quanto afferma il segretario generale della Cgil Area Vasta, Enzo Scalese, sottolineando la grande partecipazione dei dirigenti e degli iscritti del sindacato di Landini nell’area centrale della Calabria che si sono preparati allo sciopero generale di domani, indetto da Cgil e Uil, attraverso assemblee e attivi svolti nei luoghi di lavoro e nel territorio. “La ripresa del Paese non potrà esserci se a pagare sono sempre i soliti, occorre sanare le disuguaglianze economiche, sociali e territoriali per assicurare una crescita che guardi ai bisogni di tutti e tutte – afferma ancora Scalese –. Per il futuro dell’Italia, il Governo deve rimettere al centro il lavoro: solo in questo modo possiamo costruire il necessario cambiamento, per ottenere risposte nell’immediato e in prospettiva per tutti i generi e tutte le generazioni. Servono concrete misure su sviluppo, occupazione, fisco, previdenza presentino elementi di equità e solidarietà, per determinare adeguate politiche industriali e contrastare il precariato. Misure che in questa legge di bilancio non si colgono nemmeno tra le righe. Per questo anche l’Area Vasta Catanzaro-Crotone-Vibo sarà in piazza a manifestare con una nutrita delegazione”.

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram
Indietro