Torna per la terza volta in carcere Giancarlo Pittelli. L’aggravamento della misura dei domiciliari è stato notificato ieri all’avvocato penalista ed ex parlamentare catanzarese imputato nel maxi processo Rinascita Scott ed è stato disposto dal collegio del Tribunale di Vibo Valentia. Secondo i giudici Pittelli avrebbe infatti cercato ‘di incidere sul regolare svolgimento del processo’:  al provvedimento viene allegata la lettera che l’avvocato avrebbe scritto al ministro per il Sud e la Coesione territoriale Mara Carfagna a cui avrebbe chiesto di aiutarlo – Pittelli  ‘ha trasgredito consapevolmente – si legge –  le prescrizioni impostegli con i domiciliari nella parte in cui si fa divieto di colloquiare o comunicare, anche per telefono o con sistemi telematici  con persone diverse da quelle che con lui coabitano”.

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram
Indietro