Stava già scontando ai domiciliari una pena per spaccio di droga, quando in un pomeriggio di febbraio 2014, una giovane spacciatrice di Viale Isonzo, nota piazza di spaccio di Catanzaro, pur di uscire di casa per incontrarsi con altre persone commetteva il reato di evasione. Il gruppo di amici tra cui la donna sottoposta ai domiciliari, alla vista di una pattuglia di Carabinieri si dileguava cercando di far perdere ogni traccia dell’incontro clandestino, scappando all’interno dei portoni dei palazzi limitrofi. I Carabinieri riconoscevano la donna, che invece avrebbe dovuto trovarsi a casa sua, e la inseguivano raggiungendola nel portone dell’abitazione mentre frettolosamente cercava di rientrare. L’arrestata non dava nessuna spiegazione della sua presenza in strada con le altre persone e veniva immediatamente arrestata in flagranza di reato. Per quell’evasione oggi la donna, 32enne, dovrà espiare presso il suo domicilio una condanna definitiva a 6 mesi e 20 giorni di reclusione emessa dall’Ufficio Esecuzioni Penali del Tribunale di Catanzaro e eseguita dai Carabinieri della Stazione di Catanzaro Santa Maria.

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram