“Ho assunto il nuovo incarico con un amore grande verso il Santo Padre che, con tale decisione, mi ha manifestato fiducia e incoraggiamento, e anche con una vera gratitudine verso mons. Bertolone che per tanti anni ha guidato con passione la vostra Chiesa bella e gloriosa”. Lo ha detto mons. Angelo Raffaele Panzetta, arcivescovo di Crotone-Santa Severina, commentando la sua nomina ad amministratore apostolico dell’arcidiocesi di Catanzaro-Squillace dopo le dimissioni di mons. Vincenzo Bertolone. “Vengo tra voi nel nome del Signore e con i sentimenti di un padre e di un fratello, per accompagnare la comunità intera in questo tempo denso di speranza in attesa che sia scelto il nuovo Arcivescovo”, ha detto mons. Panzetta. “Vivrò questa nuova esperienza come un’opportunità di conoscere le persone e i volti di un popolo che si caratterizza per una fede profonda, una carità operosa e una speranza vivace”. Mons. Panzetta si è detto “convinto di poter contare sulla disponibilità e sulla docilità di una comunità” che “si rende conto di vivere un tempo per molti aspetti drammatico ma anche gravido di tante opportunità per ripartire da Cristo e dal Vangelo”. Mons. Panzetta ha chiesto alla comunità catanzarese “il dono della preghiera”: “Si moltiplichi – ha detto – l’invocazione dello Spirito perché ci aiuti a riconoscere i segni della volontà di Dio e le opportunità di grazia seminate nella storia inedita che stiamo vivendo”.(agensir.it)

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram