Una giornata di studio, di confronto e di racconti. Quanto è accaduto nel corso della pandemia che ha segnato gli ultimi due anni della nostra vita ha visto la società civile mettere in campo con tempestività diverse iniziative volte a mitigarne le ripercussioni a livello sanitario, sociale ed economico. Medici, infermieri, personale sanitario sono stati protagonisti di  esperienze di solidarietà e di collaborazione che ne sono nate rappresentano un fattore inestimabile di resilienza e offrono la base più solida per una reale ripartenza del Paese. Storie e testimonianze che saranno al centro del convegno da titolo “Storie di resilienza ospedaliera – Anno secondo d.c (dopo covid)” che si terrà a Soverato il prossimo 11 settembre al teatro Comunale di Soverato, a partire dalle 16.30.Organizzato dal Lions Club Catanzaro Host in collaborazione con la sezione di Soverato della FIDAPA e BPW Italy – sezione di Soverato, a cui parteciperanno numerosi altri club service del territorio (Lions International X Circoscrizione, Zona 22, Zona 23, Zona 24); il Lions Club International Distretto 108Ya, governatore Francesco Accarino; Insieme Oltre; con il Patrocinio dell’Azienda ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” e del SS Regione Calabria e l’Amministrazione comunale della città di Soverato. I lavori saranno aperti da Laura Fondacaro (Fidapa Soverato) e Antonio Scarpino (Lions Club Catanzaro Host). In apertura, in programma i saluti di: Ernesto Alecci, sindaco di Soverato, Ernesto Alecci; Giuseppe Iannello, Past Governatore Lions Club Distretto I 08 Ya; Alessandro Tassoni, presidente Lions Club X Circoscrizione; Francesco Procopio, commissario straordinario dell’Azienda ospedaliera “Pugliese-Ciaccio”. A moderare il primo tavolo saranno P. Maglio, dell’Azienda ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” e C. Urzino, segretaria Lions Club Squillace – Cassiodoro e FIDAPA Soverato.

Previsti quindi gli interventi sui temi: “Forse sarebbe potuto andare tutto bene. Anatomia di una pandemia ed effetti sui giovani e sulle loro famiglie. Vi racconto come è andata” (Giuseppe Raiola, A.O. “Pugliese Ciaccio”, presidente Zona 23 Lions Club Catanzaro Host); “Come coordinare le attività sanitarie e la solidarietà in ambito ospedaliero” (G. Raffaele, R. Costantino – A.O. “Pugliese Ciaccio”); moderatori Sabrina Amoroso (Gazzetta del Sud) e Rosanna Anfosso, Asp di Catanzaro. “Il ruolo dei club service: l’esperienza del Lions Catanzaro Host nell’ambito dell’azienda ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” di Catanzaro (Antonio Scarpino – Presidente Lions Club Host Catanzaro); “Essere in prima linea: quale esperienza professionale e umana” (P.Masciari; F. Quintieri, C. Pintaudi, A.M. Condito – A.O. “Pugliese Ciaccio”); “Lavorare senza luci della ribalta” (P. Minchella – A.O. “Pugliese Ciaccio”); “L’importanza di fare rete”: Vincenzo Arnò (Lions Club Temesa), G. De Marco (Lions Club Squillace – Cassiodoro); D. Gullì ( Lions Club Soverato e Versante Ionico delle Serre); Anna Maria Aiello (presidente Zona 22 Lions Club Lamezia Terme); Rosa Maria Romano (Presidente Zona 24 Lions Club Crotone Hera Lacinia). Le conclusioni sono affidate a Franco Scarpino (I vice Governatore Lions Distretto I 08 Ya).

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram