Promosso dall’assessorato al turismo e programmazione del Comune, ha preso il via il programma delle manifestazioni estive a Squillace. Comprende eventi variegati. «Si chiama “R-estate a Squillace” – afferma l’assessore Franco Caccia – ed è nato all’insegna della riscoperta delle bellezze e dei sapori naturali. L’esperienza Covid ha moltiplicato il bisogno delle persone, di tutte le fasce d’età, di stare a contatto con la natura, di respirare aria pulita e di mangiare prodotti genuini». Il programma, predisposto dall’assessorato comunale al turismo e cofinanziato dalla Regione Calabria, si propone di offrire opportunità concrete a queste necessità attraverso le seguenti iniztive: un mercato settimanale per la vendita dei prodotti di contadini del territorio; escursioni naturalistiche, realizzate in collaborazione con l’Asd Calabriando, in posti suggestivi quanto rigeneranti che interessano il centro storico e la zona marina; sono, inoltre, programmate delle degustazioni di prodotti dell’enogastronomia locale. Ampio spazio nel programma è riservato anche alla cultura con iniziative diversificate quali “Squillace-Day”, la festa delle radici e dell’identità, rappresentazioni teatrali in dialetto calabrese, a cura dell’associazione “i Baroncini”; un convegno sul tema “Misteri e cibo nella storia di Squillace”, con la relazione dello storico Salvatore Mongiardo. Sono, inoltre, previste, nella casa di Cassiodoro, in collaborazione con l’associazione Jonathan, estemporanee di pittura, oltre a incontri con autori ed esibizioni musicali. Il programma si completa con un concorso fotografico sul tema “Arte, Sapori e Natura”. Si possono inviare le foto fino al 29 agosto e sono previsti premi, con prodotti tipici ed artigianali, per i migliori scatti. Il programma “R-estate a Squillace” ha una forte anima social e tutti i riferimenti e regolamenti sono disponibili sull’apposito sito: www.estateasquillace.it, dove si possono attingere informazioni e notizie sui vari eventi ed è anche lo spazio in cui è possibile contribuire ad arrichire la narrazione di un territorio che dispone di un patrimonio turistico altamente attrattivo. Attraverso questo vasto ed articolato programma di eventi si prevede di incentivare la presenza di turisti, specie nel borgo antico, in cui sono ancora attive ben sette botteghe di maestri artigiani della ceramica, la cui abilità e originalità ha permesso l’inserimento di Squillace, unica per la Calabria, nell’associazione nazionale delle città della ceramica. Di recente, piazza Duomo è stata abbellita da circa venti vasi decorati a mano dai vari maestri artigiani i quali hanno firmato le loro opere, oggi in bella mostra in quello che è diventato un piccolo museo all’aperto. A Squillace sono attive anche altre imprese artigianali, come quella nel settore dell’oreficeria. Molto attive le imprese della gastronomia tipica e di qualità con la presenza di una rete di ristoranti di eccellenza. «Chi viene a Squillace – conclude l’assessore Franco Caccia – ha modo di vivere esperienze uniche. Provare per credere».

Carmela Commodaro

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram