La Giunta comunale di Soverato, con Delibera 138/GM del 7 luglio 2021 (pubblicata sull’Albo pretorio il 12 agosto 2021), su proposta del Presidente del Consiglio comunale Amoruso e con l’assenza dell’Assessore Fazzari, ha elargito un contributo straordinario all’Associazione Commercianti della nostra città di ben Euro 19.000 “al fine di animare la Città di Soverato in occasione ed a supporto dell’organizzazione di eventi e di attività di comunicazione su tutto il territorio comunale”.

La spesa relativa a tale somma è stata imputata, visto il noto stato comatoso finanziario in cui versano le casse del Comune, che si ricorda risulta essere in piano di riequilibrio (repetita iuvant), mediante l’impiego delle risorse statali provenienti dal Fondo funzioni fondamentali (art. 1 comma 822 della Legge 30/12/2020 n. 178).

Tale scelta, a parere di chi scrive, appare inopportuna e non in linea con un’oculata gestione finanziaria dell’Ente sia dal punto di vista tecnico sia dal punto di vista politico.

Le risorse stanziate dallo Stato per la nostra città con la Legge in argomento, circa 27.000 euro, hanno lo scopo di “…concorrere ad assicurare ai comuni, alle province e alle città metropolitane le risorse necessarie per l’espletamento delle funzioni fondamentali, per l’anno 2020, anche in relazione alla possibile perdita di entrate connesse all’emergenza COVID-19…”.
A tal proposito giova evidenziare che le funzioni fondamentali dei comuni sono individuate principalmente dall’articolo 14, comma 27, del D.L. 78/2010 come segue:
• organizzazione generale dell’amministrazione, gestione finanziaria e contabile e controllo;
• organizzazione dei servizi pubblici di interesse generale (compreso il trasporto pubblico comunale);

• catasto, ad eccezione delle funzioni statali;
• pianificazione urbanistica ed edilizia e partecipazione alla pianificazione territoriale di livello sovracomunale;
• pianificazione di protezione civile e di coordinamento dei primi soccorsi;
• raccolta, avvio e smaltimento e recupero dei rifiuti urbani e la riscossione dei relativi tributi;
• progettazione e gestione del sistema locale dei servizi sociali ed erogazione delle relative prestazioni ai cittadini;
• edilizia scolastica per la parte non attribuita alla competenza delle province, organizzazione e gestione dei servizi scolastici;
• polizia municipale e polizia amministrativa locale;
• tenuta dei registri di stato civile e di popolazione e compiti in materia di servizi anagrafici nonché in materia di servizi elettorali, nell’esercizio delle funzioni di competenza statale;
• servizi in materia statistica.

Lo scrivente, prima facie, non ravvisa alcuna funzione fondamentale sopra riportata che si attaglia all’esigenza manifestata dal Sindaco Alecci con Delibera 138/GM del 7 luglio 2021, pubblicata dopo un mese sull’albo pretorio (12 agosto 2021), di “rivitalizzazione della città di Soverato in occasione degli eventi e di attività volte alla vivacizzazione”.

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram