il 3 e il 4 Ottobre 2021 si ritorna alle urne per le Amministrative in importanti città Roma, Milano Torino, Napoli ed oltre 1000 Comuni della Nazione  l’ Italia dei Campanili delle Municipalità. In Calabria dopo la Scomparsa della Presidente Jole Samtelli ed un Presidente Facente Funzioni che ha Governato in regime di prorogatio un tempo maggiore dello stesso Presidente legittimamente eletto, ci proiettiamo verso una Campagna elettorale non tra le più facili. Intanto il variegato campo del centro sinistra ha trovato la quadra sulla scienziata Amalia Bruni voluta fortemente dalle segreterie nazionali del Partito Democratico, dal Movimento 5 Stelle e da Liberi e Uguali. Ma come sempre la nostra terra rappresenta un laboratorio politico i tanti non allineati come De Magistris in Calabria dopo la fine dell’ esperienza amministrativa di Napoli prova una continuità di  presenza nelle Istituzioni elettive ormai risalente ad oltre un quindicennio. Poi naturalmente c’è da definire la posizione ironia della sorte, del già Segretario Regionale del Pd ora  rappresentante di Italia Viva il Senatore Ernesto Magorno e del già Governatore Mario Oliverio. Tesoro Calabria di Carlo Tanzi non solo farà parte della coalizione a sostegno della Bruni ma è riuscito a far approvare un’ ottimo Codice etico a garanzia di trasparenza delle Candidature. Anche nel Centro Destra non mancano fibrillazioni sulla convergenza ad una Candidatura quella di Occhiuto da incastrare nella logica delle caselle che devono garantire la giusta rappresentanza ai Partiti a Valenza Nazionale della Coalizione, in questo senso i mal di pancia di Fratelli d’ Italia dipendono dall’ accordo sul ruolo di Vicepresidente assegnato alla Lega .Sullo sfondo la Calabria che in queste ore letteralmente brucia con una stagione estiva caratterizzata dai soliti problemi relativi alla mancanza di funzionamento dei Depuratori, ad una carenza della Risorsa Idrica con il solito balletto i di Competenze e titolarità di funzioni. Per non parlare  della mancanza di una politica che decida sulla soluzione da trovare sui rifiuti con l’Istituzione ed il funzionamento degli Ambiti territoriali ottimali strumento operativo per avere una razionale politica dei rifiuti. Il Piano di Ripresa e Resilienza prevede nella prossima legislatura regionale la possibilità di utilizzare 15 miliardi di euro, una cospicua mole di risorse che possono essere iimplementate per un’ adeguamento ed un’ ammodernamento possibile per colmare quel divario territoriale che, paradossalmente rischia di penalizzare complessivamente tutta la Nazione Italia. Tutti i Candidati questo è l’auspicio non si limitino alle solite frasi ad effetto, ma entrino nel merito dimostrando una conoscenza delle nostre difficoltà e delle nostre specificità, di calabresi.

Felice Caristo

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram