Nuova “zona rossa”, in Calabria, nel comune di Bagaladi e Africo in provincia di Reggio Calabria. Il presidente ff della Regione, Nino Spirlì, a seguito dell’aumento dei casi di positività al Covid 19 riscontrati sul territorio del comune, ha firmato un’ordinanza che è entrata in vigore dalle 22 di ieri sera e avrà durata fino a tutto il 18 agosto. Nell’atto si rileva che il Dipartimento di prevenzione dell’Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria ha comunicato “una crescita esponenziale dei contagi tra la popolazione residente, che determina una elevata incidenza, con 19 casi confermati attivi dei quali il 53% registratisi nelle ultime 24 ore, su una popolazione di circa 1.025 abitanti”. Bagaladi è il centro del reggino interessato nei giorni scorsi dagli incendi che hanno devastato l’area grecanica della provincia di Reggio Calabria e dove si sono contate anche due vittime. E’ in vigore da ieri sera e avrà validità fino a tutto il 17 agosto, l’ordinanza firmata dal presidente facente funzioni della Regione Calabria, Nino Spirlì con la quale viene disposta l’istituzione della “zona rossa” nel comune di Africo,in provincia di Reggio Calabria, diventato focolaio di Covid-19.
    Il provvedimento è stato disposto a seguito del verificarsi di un focolaio di Covid 19 e dopo che il Dipartimento di prevenzione dell’Azienda sanitaria provinciale di Reggio Calabria ha comunicato che ad Africo è stata rilevata “una crescita esponenziale dei contagi tra la popolazione residente, che – riporta il testo dell’ordinanza regionale – determina una elevata incidenza, con 52 casi confermati attivi dei quali il 92% registratisi negli ultimi 6 giorni, su una popolazione di circa 3.300 abitanti”. Da qui la proposta di adozione della “zona rossa. Nel testo dell’ordinanza si evidenzia, inoltre, che “in Calabria, negli ultimi quattordici giorni i valori di incidenza per 100.000 abitanti sono più che raddoppiati, raggiungendo quota 46 con trend in ulteriore ascesa ed è in risalita anche il tasso di positività”. (ANSA).

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram