Soverato La presentazione del romanzo storico “SOLO” del Senatore Riccardo Nencini, Presidente della Commissione Pubblica Istruzione e Beni Culturali è stata ospitata in Piazza Don Giovanni Gnolfo, nella mitica terrazza sul mare soveratese, presente la senatrice Silvia Vono. Si tratta di un’opera letteraria in cui l’autore racconta la vita di Giacomo Matteotti, dall’infanzia alle prime esperienze politiche, gli amori, le amicizie, la militanza nel partito Socialista insieme a Benito Mussolini e la sua opposizione al fascismo che gli costò la vita. “Matteotti è stato il primo antagonista di Mussolini – ha sottolineato l’autore – il fantasma che ha aleggiato sul fascismo per tutta la durata della dittatura” Nel suo prestigioso lavoro, Nencini ha saputo ricostruire, in forma romanzesca, la vita e la passione politica di Matteotti, facendo del suo lavoro un romanzo epico e angosciante che ritrae una pagina della storia italiana e di un uomo politico, coraggioso e allo stesso tempo solo così come i grandi eroi. L’iniziativa promossa in collaborazione dell’Accademia Calabrese dell’Innovazione, “Vento” e della Scuola di Cultura Politica “Futura Calabria”, è stata introdotta e moderata dal giornalista e conduttore televisivo, Domenico Gareri. Il libro è stato plaudito e apprezzato dalla senatrice Vono che, ha dialogato con l’autore, soffermandosi sull‘importanza del Socialismo che, soprattutto in un momento in cui si parla di capitalismo e assistenzialismo, rappresenta una via di uscita. “Il socialismo è riformismo – ha precisato la senatrice soveratese- che permette di considerare tutti con eguale dignità permettendo a chi ha di meno di poter sollevarsi dalle difficoltà della vita e consentendo a chi può fare di più, come gli imprenditori, di continuare a lavorare con dignità”. L’autore ha dichiarato che il libro narra la storia dei vinti, la storia del popolo bastonato, dei disperati e anche la storia di un conflitto a sinistra dove soccombono i socialisti riformisti, è la storia di errori che favoriscono a Mussolini l’ascesa al potere. Il messaggio che ne scaturisce è che bisogna essere coerenti, che bisogna stare fuori dal “coro”e che ci sono delle battaglie sui valori che bisogna sempre affrontare per essere migliori. E’ intervenuto per un saluto Nicola Barbieri di “Futura Calabria”, che ha ribadito l’importanza della cultura politica soprattutto in questo momento storico. Durante la serata, sono stati affrontate diverse tematiche come il valore della cultura, il valore della famiglia, la necessità di un potenziamento della sanità calabrese commissariata da dieci anni, la pandemia e l’importanza delle vaccinazioni e la scuola italiana che risulta ancora nozionistica e sulla quale il governo dovrebbe intervenire. Infine, alcuni giovani neo diplomati hanno rivolto delle significative domande ai due senatori presenti, cha hanno fornito delle esaustive risposte. Rosanna Paravati

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram