Soverato Una serata delle grandi occasioni al Teatro Comunale di Soverato, dove sono stati presentati gli ultimi due lavori letterari di Antonia Doronzo, “Vivere. La primavera al Covid-19” e “Sognare l’impossibile”, questi i titoli di due opere narrative e poetiche di carattere innovativo sul mercato editoriale, pubblicate da Aletti Editore nella collana “I Diamanti”. L’iniziativa promossa dall’Amministrazione Comunale in collaborazione con la libreria Incontro- Mondadori è stata coordinata dalla giornalista Maria Luisa iezzi, alla presenza dell’autrice e di Caterina Aletti, giornalista di Aletti Editore. L’evento è stato arricchito dalla presenza della Compagnia Teatrale “I Sognattori” che hanno proposto alcune letture poetiche e narrative contenute nelle pagine dei libri. Due opere significative, il primo “Vivere. La primavera del Covid -19” che porta la prefazione di Alessandro Quasimodo, poeta, regista e attore, rappresenta un alternarsi di narrativa e poesia su quello che ha rappresentato il periodo della pandemia e sulla quotidianità vissuta dall’emergenza sanitaria, fatta di una realtà sconosciuta che ha scatenato ansie, paure e anche tante speranze in una umanità sempre attenta nel ricercare sui social e sui media notizie confortanti e rassicuranti. La Doronzo nell’opera evidenzia anche quel senso patriottico e solidale nel sentirsi tutti italiani e fratelli l’uno dell’altro. Il libro è strutturato in capitoli ripartiti in paragrafi concentrati su temi che rispecchiano la realtà quotidiana come la solitudine, la morte, il femminicidio, la scuola e la voglia di rinascita. Ogni sezione si apre con una immagine dotata di didascalia su ciò che si andrà a leggere e si conclude con una poesia. La Aletti ha definito il libro un documento di grande pregio narrativo ma anche storico e sociologico, da poter consultare nel tempo, che racconta, tra presente e passato, attraverso i due protagonisti Oriana e Bruno, le caratteristiche storiche dei mitici anni ’60, ’70, ’80. L’autrice stimolata dalle domande della Aletti, ha spiegato quanto sia importante per lei scrivere, per poter infondere un messaggio di fiducia e di speranza, ha manifestato il suo grande amore per la vita e di come la poesia sia per lei salvezza e speranza. Il secondo volume dal titolo “Sognare l’Impossibile”, porta la prefazione di Giuseppe Aletti, poeta ed editore calabrese, sul quale Caterina Aletti, soffermandosi sul suo contenuto ha dichiarato quanto i suoi versi testimoniano l’amore per la vita e la gratitudine per le meraviglie del creato. L’Amministrazione Comunale soveratese è stata rappresentata dal Presidente del Consiglio, Emauele Amoruso, il quale ha plaudito le opere della Doronzo ed espresso la gioia di ritornare al Teatro dopo il lungo periodo di chiusura, con l’auspicio che si possano avviare altre iniziative. Antonia Doronzo, insegnante di Lettere agli Istituti Superiori, ha sempre avuto la passione per la scrittura e per la poesia partecipando a diversi concorsi nazionali ed internazionali con ottimi riconoscimenti, come quello di poeta finalista al XII concorso “Il Federiciano”.

Rosanna Paravati

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram