NARDODIPACE – Ultimi appuntamenti con il “Megalithos Festival” – progetto culturale promosso dal Comune di Nardodipace e co-finanziato dal PAC Calabria 2014-2020 (azione 1, tipologia 1.3, annualità 2019) – che si propone di accendere i riflessioni su questa straordinaria ma poco conisciuta realtà: i megaliti di Nardodipace. Tutti gli eventi si svolgono accanto ai geositi, quindi i visitatori avranno l’opportunità di scoprirli e forse anche di conoscerli per la prima volta, favorendo la valorizzazione di una risorsa del territorio attualmente sottoutilizzata. Il progetto – che vede la direzione artistica di Danilo Gatto – è stato realizzato con la collaborazione delle Associazioni “Stilaro Trekking”, “Casale” di Fabrizia e “Solo Sentieri”. Ieri il recupero di un suggestivo appuntamento con il teatro con “La città delle pietre” a cura della cooperativa Edizione straordinaria Scuola di teatro Enzo Corea. Oggi al  GeositoB: ore 16 – Laboratorio di campanacci; ore 17 – “Allerva Radicchia”. Anteprima nazionale del concerto per campane a campanacci. Di Christian Ferlaino; Ore 18 – “A Stisa Blues” Di Rrosa Trio. Christian Ferlaino è musicista, musicologo e ricercatore all’Università di Edimburgo. I suoi interessi spaziano dalla musica di tradizione alla musica jazz e d’improvvisazione. Attivo nel campo dell’indagine etnomusicologica calabrese, la sua attività si delinea attraverso la ricerca e lo studio della musica popolare e tramite l’organizzazione, insieme alle realtà operanti sul territorio, di stage teoricopratici finalizzati alla trasmissione dei saperi musicali e coreutici dell’area del Reventino. Come compositore e improvvisatore è impegnato nella produzione di musica contemporanea che incorpori elementi sintattici e grammaticali della tradizione musicale calabrese. Nel Geosito B risuoneranno anche i Canti e il sentimento nella tradizione musicale e vocale del Mediterraneo grazie al Rrosa Trio. Anna Maria Civico / Elena D’Ascenzo / Ambra Battistelli presentano: Concerto per voci a cappella. Canti e sentimento nella tradizione musicale e vocale del Mediterraneo: Calabria, Abruzzo, Puglia, Sicilia, Umbria. Musica arbereshe di Calabria. Il trio propone un modo di cantare che fa da eco a modalità vocali e musicali arcaiche mediterranee della tradizione orale. I dialetti in cui si canta, le melodie e i ritmi sono un esempio di simbiosi e fusione con le culture che da sempre si affacciano sul Mediterraneo e che in tempi molto lunghi hanno prodotto un modo di cantare e suonare tipico e assolutamente originale.

IL PROGRAMMA DI DOMANI, 25 LUGLIO (GEOSITO A)

25 luglio – GeositoA

Ore 12 – Festa di chiusura

Ore 13 – Sagra della capra

Ore 15 – CONCERTO PER TAMBURI A CORNICE E VOCE. Di Andrea Piccioni

Ore 16 – Trekking tra le “Pietre Incastellate”

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram