Il sacerdote squillacese don Roberto Corapi è stato nominato Cavaliere di Malta ad honorem dalla Arciconfraternita di San Giovanni Battista di Catanzaro. La solenne celebrazione eucaristica è stata presieduta da don Francesco Brancaccio, nella chiesa di San Giovanni a Catanzaro, concelebrata dallo stesso don Corapi, parroco di Amaroni, e da mons Giulio Cerchietti, giunto per l’occasione dal Vaticano. Con don Roberto sono stati nominati altri dieci cavalieri ad honorem: Cerchiaro Stefano, Festicini Lorenzo, Fidelli Roberto, Filippelli Orazio, Gemelli Francesco, Loiodice Riccardo, Molino Enzo, Naso Naccari Carlizzi Roberto, Passafaro Dario, Vallone Gabriele. Nel corso della cerimonia, molto sentita, il priore Mario Cristiano ha presentato i candidati con gioia e amore, sottolineando il servizio nella Chiesa e lo spirito di carità. «Don Roberto Corapi – ha aggiunto il priore – è per noi un dono grande insignirlo cavaliere di Malta, perché la sua azione pastorale è la testimonianza di quella Chiesa in uscita di cui parla sempre Papa Francesco e che don Corapi fa vedere». Altamente emozionato è apparso don Roberto per questa alta carica nella Chiesa. «È il servizio che ci deve contraddistinguere sempre – ha detto il sacerdote – in una società dell’ipermercato dove l’uomo sta mettendo Dio fuori dalla propria vita. Tutto serve per il bene del prossimo. Questa mia investitura da cavaliere di Malta è per me un dono del Cielo. Ringrazio il priore Mario Cristiano e l’arciconfraternita di San Giovanni Battista per questa nomina e i dieci confratelli nominati insieme a me. Tutto a lode del Signore per il bene delle anime». Cerimonia molto sentita a Catanzaro con le insegne del cavalierato di Malta e vestizione con lo scapolare e mozzetta per gli undici nuovi cavalieri. Al termine, il segretario ha dato lettura del seguente messaggio: «Nell’anno del Signore 2021, il giorno 24 del mese di giugno, sotto il pontificato di sua Santità Papa Francesco, nella nostra Chiesa dedicata al patrono San Giovanni Battista, sono stati accolti nella reale Arciconfraternita dei Santi Giovanni Battista ed Evangelista dei Cavalieri di Malta ad honorem i nuovi confratelli, i quali hanno giurato obbedienza, sul proprio onore di cattolici, alla santa madre Chiesa, alla reale Arciconfraternita e alle sue regole».

Carmela Commodaro

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram