Una serie di lezioni sull’abbinamento cibo-olio. Le terrà nella settimana entrante il docente Leonardo Mercurio, di Squillace, su Rai Scuola. In particolare, mercoledì 16 giugno le lezioni di Mercurio andranno in onda in tre momenti diversi della giornata Rai Scuola. Le puntate sono state registrate con la troupe della Rai. Il professore Mercurio insegna all’Iiss “Basile Caramia Gigante” di Alberobello, sezione “Alberghiero”. La scuola ha la sede principale a Locorotondo e conta due istituti agrari, Locorotondo e Alberobello, tra i più importanti d’Italia, e un Istituto alberghiero di nuova concezione in quanto giovane. Tra le esperienze di questo istituto, c’è l’aver cucinato per il Presidente della Repubblica, aver partecipato al banchetto più importante della Repubblica Italiana per la festa del 2 giugno all’interno dei giardini del Quirinale, nel 2019, aver cucinato nell”ambasciata italiana ad Ho Chi Minh in occasione della “fashion week”, la più importante manifestazione dell’alta moda d’Oriente. «Queste esperienze – spiega Mercurio – sono state vissute dal sottoscritto in prima persona e dai miei alunni. Ci siamo, quindi, collocati, seppur giovani, come scuola tra le scuole di eccellenza italiana per tutto il nostro operato». Ora il Ministero dell’Istruzione li ha contattati per registrare alcune lezioni per Rai Scuola. La troupe Rai ha registrato diverse lezioni tenute dai professionisti presenti nella scuola agraria e alberghiera di Alberobello-Locorotondo: si è parlato di vini, di oli extravergine di oliva e di cultivar pugliesi. L’intervento del professor Mercurio, docente di Enogastronomia, si è basato sull’abbinamento “cibOlio”, di cultivar importanti pugliesi, osando e dimostrando quanto sia importante la conoscenza di questo meraviglioso prodotto sulle nostre tavole. Mercurio è un docente molto apprezzato e stimato a livello nazionale. Gli squillacesi e gli interessati potranno seguire le lezioni mercoledì 16 giugno, in tre momenti, su Rai Scuola, canale 146 del digitale terrestre.

Carmela Commodaro

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram