“Giornata dell’alberello d’ulivo”. Si svolgerà domenica 30 maggio, ad Amaroni, su iniziativa del parroco don Roberto Corapi. Nel giardino di “Casa Maria” saranno coinvolti i 14 bambini del luogo che hanno ricevuto la prima comunione lo scorso anno. «Piantiamo un alberello di ulivo e costruiamo la pace intorno a noi», dice don Roberto, il quale ha voluto fortemente questa iniziativa per coinvolgere i ragazzi. «È stata una promessa fatta ai 14 bambini di prima comunione fatta ad ottobre scorso – afferma il parroco – la mia prima funzione da parroco, la mia prima comunione nella comunità del miele. Ho promesso ai bimbi che avrei piantato a Casa Maria, dove risiedo con la casa canonica, 14 alberelli di ulivo, come 14 sono loro, e ogni albero porterà il loro nome. Proprio per coinvolgerli e farli crescere nel senso di appartenenza di tutto lo stabile di Casa Maria, la casa che troverà accoglienza a chi bussa per qualsiasi cosa». Don Roberto coinvolgerà i primi 7 ragazzi alle ore 11.30 e i restanti sette nel pomeriggio, alle 17. Saranno loro, insieme a don Roberto e le catechiste, a puntare l’alberello di ulivo che porterà il loro nome. Dovranno loro stessi averne cura perché dovranno diventare i custodi del giardino di Casa Maria. Don Roberto con tanta gioia ha affermato che le promesse fatte vanno mantenute per essere credibili e sinceri con tutti. E nel mese di luglio la comunità attende un’altra promessa fatta da don Corapi, che è quella di dedicare lo stabile di Casa Maria ai sacerdoti defunti di Amaroni: sacerdoti amati e ricordati da questo giovane sacerdote fin dal suo ingresso ad Amaroni.

Carmela Commodaro

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram