“Se tutte le Amministrazioni pubbliche d’Italia dovessero adottare l’assurdo teorema inventato dai commissari dell’Asp di Catanzaro per affossare il Sant’Anna Hospital, non sottoscrivere il contratto 2020 sino al completo chiarimento della situazione ancora sub judice, la gran parte dei servizi pubblici si fermerebbe e il nostro Paese sprofonderebbe nel caos”. Cosi’ i gruppi di maggioranza al Comune di Catanzaro di Forza Italia Obiettivo comune e Officine del Sud che aggiungono: “non esiste in Italia nessuna Amministrazione pubblica che non abbia, per motivi piu’ o meni seri, contenziosi amministrativi o penali. Nessuno si puo’ concedere il lusso di attendere: il completo chiarimento della situazione ancora sub judice perche’ di situazioni sub judice ce ne sono a migliaia”. “Il commissario ad acta della sanita’ prefetto Guido Longo – affermano i consiglieri catanzaresi – ha la possibilita’ di superare questa allucinante situazione, adottando, con i poteri che gli sono stati conferiti, un provvedimento straordinario che assicuri la sottoscrizione del contratto 2020 tra l’Asp e il Sant’Anna Hospital”. “Essendo il commissario Longo l’autorita’ che deve assicurare i livelli essenziali di assistenza, egli – concludono – potrebbe sostituirsi ai commissari dell’Asp, che con i loro comportamenti stanno appunto mettendo a repentaglio i Lea in provincia di Catanzaro, e firmare in loro vece il contratto”.

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram