CORONAVIRUS. COMUNE VILLA SAN GIOVANNI CHIEDE DI ESSERE ZONA ROSSA

Reggio Calabria,  – “Negli uffici della Polfer di Villa San Giovanni sono trattenute, da ieri, 13 persone provenienti in treno da Roma per le quali non posso adottare alcun provvedimento di quarantena, non avendo dichiarato, i predetti soggetti, alcun domicilio in questo Comune, ne’ tantomeno posso ordinare che facciano la quarantena nei loro comuni di residenza in quanto a cio’ dovranno provvedere i rispettivi sindaci”. E’ quanto scrive il sindaco facente funzioni di Villa San Giovanni Maria Grazia Richichi alla Prefettura di Reggio Calabria e alla Regione Calabria per richiedere che il territorio sia dichiarato zona rossa. Dallo scorso lunedi’ 23 marzo a Villa San Giovanni si e’ creata un’ulteriore emergenza legata al blocco del transito nello Stretto verso la Sicilia di oltre cento persone, di ritorno nei Comuni di residenza. Da quanto comunica Richichi, inoltre, “alla stazione ferroviaria e’ in arrivo un treno da Roma che potrebbe aumentare lo stato di disagio e il pericolo di diffusione del virus nella popolazione villese che ha l’unica colpa di essere il terminale dell’Italia”. (Mav/Dire)

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
LinkedIn
Share
Instagram