Soverato, ricevono stupefacente per riparare una caldaia: in manette due giovani

Nella serata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Davoli e della Sezione Radiomobile della Compagnia di Soverato, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, B.G., 30enne e C.R., 32enne, entrambi di Soverato, gravemente indiziati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso.
Nella circostanza, i militari, nel corso di un servizio di controllo del territorio, hanno fermato l’autovettura condotta dal B.G. e, all’esito di un’accurata perquisizione veicolare, hanno rinvenuto una busta in cellophane contenente 200 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana, abilmente occultata all’interno di un piccolo vano posto sotto il freno a mano. I predetti hanno ammesso gli addebiti, dichiarando di averla ricevuta poco prima come corrispettivo per la riparazione di una caldaia.
La sostanza stupefacente, unitamente ai rispettivi telefoni cellulari, sono stati posti sotto sequestro, per i successivi accertamenti tecnici di rito.
I prevenuti, al termine delle formalità di rito, sono stati ristretti in regime di arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni, in attesa dell’udienza di convalida.

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
YouTube
YouTube
LinkedIn
Instagram