Squillace, il 27 gennaio mons. Bertolone apre il processo di beatificazione di Cassiodoro

SQUILLACE – L’aveva annunciato alla comunità dei fedeli lo scorso 16 gennaio, nella concattedrale di Squillace, durante la festa per la Traslazione delle reliquie di Sant’Agazio. Ora è ufficiale. Lunedì 27 gennaio l’arcivescovo metropolita di Catanzaro-Squillace, mons. Vincenzo Bertolone aprirà a Squillace l’inchiesta diocesana del processo di beatificazione e canonizzazione del Servo di Dio Flavio Magno Aurelio Cassiodoro. «Cassiodoro, assetato di Dio, innamorato del mistero del Cristo incarnato, alla scuola dello Spirito Santo, dopo un’intensa carriera politica, scelse di fare esperienza di Cristo mediante la meditazione assidua della Sacra Scrittura. Insegnando poi a non avere paura della cultura del proprio tempo, ma a servirsene per la conoscenza di Cristo, gettò lo sguardo sulla vita, sul legame del credente con il mondo, al quale occorre portare il lieto annuncio di salvezza. Egli aveva intuito che la morale non è sufficiente a salvare l’uomo, se la stessa non scaturisce dalla più alta esperienza di Cristo: la morale si fonda sull’esperienza amorosa di Cristo, la cui profondità è misurata dal dono offertoci di contemplare l’insondabile mistero divino». L’evento si terrà alle ore 11, nella sala convegni dell’archivio storico diocesano di via Santi Apostoli, a Squillace.

Carmela Commodaro

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
Twitter
Visit Us
YouTube
YouTube
LinkedIn
Instagram