Ultimo appuntamento della prima edizione di “IncontrArti – attività aperte alla cultura”

Un percorso fatto di successi e grande apprezzamento avviato sin dal primo appuntamento quello di “IncontrArti – attività aperte alla cultura”, rassegna di promozione culturale organizzata dal Comune di Cosenza e dall’associazione Confluenze che ha messo insieme storie e luoghi storici della parte antica della città bruzia, con interessanti racconti su tradizioni, antichi mestieri e coinvolgimento di esercizi commerciali al cui interno si svolgono ancora intense attività artigianali. L’ultimo incontro della prima stagione si terrà mercoledì 3 luglio, alle ore 18.30, nella sede di Palazzo dei Sarti (Corso Telesio, 10 – Cosenza), sul tema “Dalla memoria e dalla tradizione…avviamo un nuovo Corso per Cosenza”. L’ormai atteso appuntamento mensile unirà l’arte della sartoria con quella dei maestri gelatai che hanno caratterizzato la storia di quei luoghi, tanto da divenire un punto di riferimento essenziale per tutti i cosentini. All’ingresso della suggestiva location si terrà un’esposizione di quadri dal tema “Una città sotto le stelle alla ricerca del suo tesoro” dell’artista Rachele Clausi. Come di consueto, gli interventi e i contributi narrativi dell’incontro saranno aperti dall’introduzione del giornalista Valerio Caparelli, esperto di marketing territoriale, e dai saluti istituzionali di: Alessandra De Rosa, presidente della Commissione Cultura del Comune di Cosenza; Annalisa Apicella, presidente della Commissione Attività Produttive del Comune di Cosenza; Francesca Daniele, presidente dell’associazione Confluenze. A raccontare le storie delle proprie antiche e nobili professionalità artigianali saranno: Riccardo Magarò, titolare di Palazzo dei Sarti; Franco Servidio, maestro sartore; Giuseppe Spadafora, rappresentante dell’Antica Gelateria Zorro. Ad aprire i lavori e a intervallare gli interventi in programma ci sarà la lettura di poesie da parte dell’attrice amatoriale Annarita Femia, socia di Confluenze, e il piacevole ascolto di brani musicali a tema eseguiti da Noemi Guido (voce), Pierluigi Abate (chitarra) ed Emanuele Orrico (tastiera). Al termine dell’incontro l’Antica Gelateria Zorro, sorta all’ingresso di Corso Telesio nel 1932 per volontà dei fratelli Natale e Santo Spadafora, farà degustare ai presenti il suo imparagonabile gelato, memoria storica della città, tanto che la famosa gelateria si fregia del riconoscimento di “Gelateria di Tradizione e Qualità”. Il tutto si svolgerà all’interno di un antico palazzo che oggi ospita l’idea progettuale del giovane imprenditore Riccardo Magarò che, a soli 22 anni, dopo aver lavorato in Marocco per principi sauditi e attori cinematografici, ha deciso di tornare nella sua città per mettere a disposizione l’esperienza acquisita all’estero e il suo know-how nella formazione di giovani cosentini desiderosi di apprendere l’arte del taglio e cucito. Investire nel futuro partendo dal passato. È questa la mission del Palazzo dei Sarti, che racchiude una scuola di alta sartoria con la presenza di un attrezzato laboratorio sartoriale: una vera e propria Scuola, diretta dallo storico sarto Franco Servidio, Forbice d’Oro e membro riconosciuto dell’Accademia Internazionale dei Sartori, antica Università fondata nel 1575 da Papa Gregorio II.

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.soveratounotv.net/2019/07/01/ultimo-appuntamento-della-prima-edizione-di-incontrarti-attivita-aperte-alla-cultura/
YouTube
YouTube
LinkedIn
Instagram
S1 TV