Stalettì, il consiglio comunale approva diversi regolamenti

STALETTI’ – Nell’ultima riunione del consiglio comunale di Stalettì, presieduto da Salvatore Grillone, sono stati approvati alcuni regolamenti per l’organizzazione e il funzionamento dei servizi comunali. Il Comune, in pratica, ha inteso dotarsi di un sistema autonomo di atti normativi nel rispetto dei principi sanciti dalla legge e dallo statuto. È stato votato il regolamento di polizia mortuaria, quello per l’applicazione dei canoni patrimoniali, ricognitori e non ricognitori, e il regolamento per la definizione transattiva dei sinistri stradali. Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Alfonso Mercurio, che ha voluto rimarcare come l’adozione di questi regolamenti, oltre a colmare numerosi vuoti normativi, rappresenti un’autentica innovazione, non solo su base locale, ma anche a livello regionale: basti pensare al regolamento sulla polizia mortuaria che tutela la libertà di espressione del ricordo e del lutto e la più ampia agibilità alle cerimonie e ai riti funebri nel rispetto delle convinzioni religiose e morali di ciascuno. Al lavoro di stesura dei regolamenti hanno partecipato tutti i consiglieri comunali di maggioranza, ciascuno in funzione della propria delega, sotto la direzione dell’avvocato Sandro Scoppa, che ne ha coordinato l’iter alla luce dei diversi riferimenti normativi, delle recenti modifiche e degli orientamenti della dottrina e della giurisprudenza. Tra le novità introdotte dai nuovi regolamenti, la risoluzione delle vertenze in sede stragiudiziale sul risarcimento dei danni agli autoveicoli causati dalla manutenzione stradale, che mira all’ottenimento del risparmio di spesa per l’ente, e l’introduzione dei canoni di concessione ricognitori e non ricognitori i cui criteri di applicazione garantiranno al Comune un’entrata certa derivante dall’utilizzo del suolo pubblico.

Carmela Commodaro

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.soveratounotv.net/2019/04/13/staletti-il-consiglio-comunale-approva-diversi-regolamenti/
YouTube
YouTube
LinkedIn
Instagram
S1 TV