S.S.106: i cittadini non possono delegare ma devono essere parte attiva del cambiamento

Ha avuto luogo lo scorso venerdì 23 novembre l’incontro organizzato dall’Associazione Fidapa di Catanzaro dal titolo “Strada Statale 106 vicolo cieco o luce in fondo al tunnel?” nell’ambito del quale è stato presentato un focus specifico relativo agli incidenti mortali stradali avvenuti negli ultimi 5 anni nella provincia di Catanzaro.  24 sono le vittime della S.S.106 negli ultimi 5 anni in provincia di Catanzaro. Una ogni tre mesi e mezzo, una ogni 3,1 chilometri dei 76 complessivi in provincia di Catanzaro. La metà di questi sono giovani sotto i 30 anni e, soprattutto, la metà di questi hanno perso la vita nella stagione estiva quando la “strada della morte” diventa ancora più trafficata per via dell’esodo estivo. L’iniziativa, bene organizzata dalla Presidente dell’Associazione Fidapa Avv.ssa Costanza Santimone, ha avuto luogo nella sede della Provincia di Catanzaro ed ha visto la partecipazione di tanti cittadini. Tra gli ospiti, l’On. Gelsomina Vono (del M5S), l’On. Antonio Viscomi (del PD), assente giustificata l’On. Wanda Ferro (di Fratelli d’Italia), il Capo Compartimentale di Anas Spa per la Calabria Ing. Marco Moladori ed il Presidente dell’Associazione “Basta Vittime Sulla Strada Statale 106”.  Proprio quest’ultimo, nel suo intervento, dopo aver chiarito l’inadeguatezza della S.S.106 a gestire gli attuali volumi di traffico (principale causa della mortalità stradale presente sulla S.S.106 in Calabria), ha rilanciato una serie di questioni molto importanti.  Il Presidente Fabio Pugliese ha invitato i cittadini ad essere parte attiva, accanto ed a supporto della Politica, dell’Anas Spa e dell’Associazione, nel superamento delle piccole e delle grandi problematiche legate alla famigerata e tristemente nota “strada della morte” sostenendo che rispetto al passato difficilmente cambierà qualcosa in futuro se i cittadini non decideranno di fare la loro parte continuando ad aspettare “l’eroe di turno che puntualmente non arriva”. Allo stesso modo, il Presidente Fabio Pugliese ha ringraziato il Presidente dell’Associazione Fidapa Avv.ssa Costanza Santimone per l’ottima organizzazione dell’iniziativa esaltando l’idea di invitare tutte le forze politiche che rappresentano l’arco costituzionale parlamentare perché – ha sottolineato – “il problema della S.S.106 non ha e non deve avere colori politici ma deve unirci tutti perché è un problema di tutti”.

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.soveratounotv.net/2018/11/26/s-s-106-cittadini-non-possono-delegare-devono-parte-attiva-del-cambiamento/
SHARE
YouTube
YouTube
LinkedIn
Instagram