Criminalità, Fsp Polizia: statistiche non fotografano la realtà servono più uomini e mezzi

“L’indice della criminalità pubblicato dal Sole 24 Ore parla di un numero generale di reati in calo, ma le statistiche, molto spesso, non fotografano la realtà, o quantomeno non nella sua interezza, proprio come accade, ad esempio, per i grandi patrimoni. I numeri pubblicati si basano sul numero delle denunce presentate, ma nella top venti delle province con più denunce non ne compare alcuna del sud Italia, dove invece i fenomeni delinquenziali hanno ancora purtroppo una grande diffusione. La prova provata sono casi come quello di Vibo Valentia o di Napoli, per non parlare più in generale di Calabria e Campania, ma anche di altre realtà del paese in cui ancora i poliziotti si misurano con una ferocia criminale senza pari, e con una sottocultura dell’illegalità che ancora vede alcuni vivere sotto il giogo dell’antistato e secondo una mentalità che non spinge i cittadini a stare incondizionatamente dalla nostra parte. Cosa che si aggiunge, oltre tutto, a una triste ‘assuefazione’ alla criminalità e ai reati predatori e a una sicurezza percepita sempre più scarsa, che purtroppo non di rado spinge a non denunciare. Forse in Italia calano i reati di gravità universalmente riconosciuta, come gli omicidi, ma imperversano i reati più odiosi che comprimono la libertà dei cittadini, e comunque quella che semplicisticamente viene definita ‘microcriminalità’ è in realtà ciò che più mette in discussione la vivibilità quotidiana del paese. La verità è che per la sicurezza degli italiani, reale e percepita, perché le loro giornate scorrano serene per le strade, perché le loro case e le loro proprietà siano vigilate, perché bambini anziani e famiglie possano vivere con fiducia e serenità ogni parte della loro giornata dentro e fuori casa, avvertendo la reale vicinanza e prossimità delle Forze dell’ordine, servono molti più uomini, e con un’età molto più bassa, e molti più mezzi. Rispetto al passato, al di là di ogni statistica possibile, possiamo contare su numeri e dotazioni decisamente inferiori e, inevitabilmente, anche la presenza sul territorio è ridotta. Non si possono fare le stesse cose con meno mezzi, e questo è un fatto”. Così Valter Mazzetti, Segretario Generale Fsp Polizia, dopo la pubblicazione dall’Indice della Criminalità elaborato dal Sole 24 Ore su dati forniti dal Ministero dell’Interno relativi al 2017.

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.soveratounotv.net/2018/10/23/criminalita-fsp-polizia-statistiche-non-fotografano-la-realta-servono-piu-uomini-mezzi/
SHARE
YouTube
YouTube
LinkedIn
Instagram