Olio sequestrato ad Amaroni: la replica dell’azienda

Riceviamo e Pubblichiamo. Buongiorno giusto per chiarezza sui vari articoli sul controllo nella mia azienda,sono Paolo Bova titolare dell azienda citata.
Durante un controllo fatto nei giorni scorsi da 20 carabinieri con 5 macchine sulla giacenza di olio presente nel nostro magazzino sul quale sono del tutto d accordo , perchè i controlli vanno fatti ma fatti bene e’ da persone qualificate.
Per primo bastavano 2 persone qualificate ad effettuare un controllo sulle quantità visto che l olio ed i contenitori non scappano, e non 20 persone pagate dallo stato che potevano essere usati per altre attività e non a stare qua in ozio per una giornata.
Poi sul controllo effettuato è stato trovato realmente un quantitativo pari a 50 ql. In più proveniente dalla molitura delle olive della mia azienda non ancora caricate al Sian ( registro telematico di carico e scarico dell olio ) tengo a precisare che per legge ci sono 6 giorni di tempo per registrare su tale registro l olio prodotto.
Si è creato un caso con uno spiegamento di forze dell ordine ed una perdita di soldi pubblici su un controllo che se fatto da persone competenti ( anche 2 e non 20) avrebbe accertato che non esiste nessun reato o truffa ma soltanto una produzione di olio della nostra azienda fatta nei giorni scorsi non ancora caricata sul registro telematico .
Pertanto ci vede costretti ad una replica per chiarire i fatti con conseguente ricorso per sbloccare il prodotto annullare la multa ed richiedere eventuali danni di immagine.

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.soveratounotv.net/2018/10/12/olio-sequestrato-ad-amaroni-la-replica-dellazienda/
SHARE
YouTube
YouTube
LinkedIn
Instagram