Protezione Civile: parte campo-raduno regionale con 1200 volontari

Catanzaro,  Si terra’ alla Fondazione Terina di Lamezia Terme, da domani e fino a domenica 9 settembre, il secondo “Campo-Raduno regionale del Volontariato di protezione civile”, organizzato dalla Protezione civile regionale in collaborazione con la Consulta delle organizzazioni di volontariato iscritte all’Albo regionale. Lo rende noto il direttore della Protezione civile regionale, Carlo Tansi. “Si tratta – sostiene Tansi – di una fondamentale occasione di incontro e di scambio di conoscenze, competenze, impressioni, in un contesto, come quello della Protezione civile, fortemente orientato all’integrazione sinergica fra attori costantemente presenti in prima linea a tutela della pubblica e privata incolumita’, in cui il volontariato costituisce una componente essenziale in funzione della necessita’ di garantire la migliore risposta possibile in caso di emergenza nella regione d’Italia nettamente piu’ esposta ai rischi naturali”. “Quest’anno, nel corso dell’evento, si dara’ vita – spiega ancora Tansi – a una importante esercitazione di protezione civile, con l’allestimento di un campo con oltre 1200 volontari che parteciperanno a una “full immersion” di tre giorni durante la quale 400 di loro pernotteranno nelle 60 tende che monteranno nell’area antistante la Fondazione Terina. Con le tende saranno allestiti anche 6 moduli-bagno, 1 cucina da campo, 1 modulo segreteria e altri moduli accessori: in questo modo sara’ testata la capacita’ della Colonna mobile regionale di realizzare e gestire un campo per garantire l’assistenza alla popolazione in caso di grande calamita’. In questi tre giorni i volontari parteciperanno a esercitazioni e corsi di formazione che – aggiunge il direttore della Protezione civile regionale – si svolgeranno senza soluzione di continuita’, dalle 7.30 del mattino alle 20.00″. omani saranno presenti il prefetto di Catanzaro, Francesca Ferrandino e il prefetto di Cosenza, Paola Galeone, rappresentanti delle altre prefetture e il prefetto Francesco Alecci, commissario straordinario del Comune di Lamezia Terme. Nella giornata di chiusura (9 settembre) il Campo-Raduno sara’ aperto a tutti i calabresi che vogliono avvicinarsi alla Protezione civile: sara’ allestito uno sportello informativo dove – rileva Tansi “si potra’ procedere in modo immediato all’iscrizione al volontariato di Protezione civile, compilando un semplice modulo”. La giornata di domenica vedra’ inoltre la presenza, tra varie autorita’, del Capo Dipartimento della Protezione civile nazionale, Angelo Borrelli, del presidente della Regione Calabria, Mario Oliverio, e del presidente di Anci Calabria, Gianluca Callipo.
“L’invito al presidente Callipo – conclude Tansi – vuole rappresentare la vicinanza e la solidarieta’ della Protezione civile regionale a tutti i sindaci, le cui gravosissime responsabilita’ sono state ulteriormente messe in luce dai tragici eventi di Civita. In occasione dell’incontro si discutera’ – tra vari argomenti – anche su come gli oltre 4000 volontari di protezione civile calabresi possono concretamente supportare i sindaci nella delicata gestione dell’allertamento e delle emergenze”. Durante la giornata conclusiva saranno effettuate esercitazioni complesse – come salvataggio in emergenza con elicotteri, ricerca di dispersi con unita’ cinofile – dall’alto contenuto anche spettacolare. (AGI)

Condividi questa notizia su:
RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.soveratounotv.net/2018/09/06/protezione-civile-parte-campo-raduno-regionale-1200-volontari/
SHARE
YouTube
YouTube
LinkedIn
Instagram