Sorpresi a bruciare rifiuti, tre denunce

ROCCA DI NETO (CROTONE) – Stavano bruciando un cumulo di rifiuti speciali, ma sono stati sorpresi dai carabinieri forestale. Un imprenditore e due operai sono stati denunciati, a Rocca di Neto, con l’accusa di combustione illecita di rifiuti speciali non pericolosi.
I militari, durante un servizio di controllo del territorio sulla strada statale 107 Silana-Crotonese, hanno notato, in località Setteporte, una colonna di fumo nero proveniente da un fabbricato in costruzione. Intervenuti sul posto, i carabinieri forestale hanno sorpreso l’imprenditore e i due operai mentre erano intenti a bruciare fogli di plexiglass, imballaggi di plastica, tavolame e fogli catramati derivanti dall’attività di edificazione del fabbricato. Inoltre, nei pressi della costruzione sono stati trovati altri due cumuli di rifiuti ridotti in cenere.