Il Comune di Girifalco si dota del regolamento comunale per la concessione della cittadinanza onoraria e benemerita

GIRIFALCO – Il Comune di Girifalco si dota del regolamento comunale per la concessione della cittadinanza onoraria e benemerita. È stata questa una delle sette pratiche approvate nella seduta di giovedì 30 novembre. L’aula (assente la minoranza, hanno presentato giustificazione i consiglieri Mario Deonofrio e Teresa Signorello) ha licenziato, inoltre, un riconoscimento di legittimità di debiti fuori bilancio ex art. 194 del decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, la variazione al bilancio di previsione 2017/2019 – competenza del Consiglio (art. 175, c.2 Tuel – variazione nota di aggiornamento Dup), presa atto domande di disponibilità cessione a titolo gratuito di immobili di proprietà ricadenti all’interno del Comune di Girifalco, presa atto l’istruttoria compiuta dall’ U.T.C. in relazione al Piano delle alienazioni e delle valorizzazioni immobiliari; l’autorizzazione di costruzione di un percorso carrabile sul suolo pubblico in piazza Unità d’Italia; l’approvazione della convenzione per la gestione associata delle funzioni e dei servizio socio – assistenziali con annesso regolamento per la composizione ed il funzionamento dell’ufficio di Piano. Sulle prime due pratiche ha relazionato l’assessore al Bilancio, Valeria Tolone. Mentre è stato il vicesindaco, Maurizio Siniscalco a spiegare il contenuto della terza pratica relativamente alla cessione gratuita un immobile presente in piazzetta Maiuri e un reliquato di natura verde. Sulla presa d’atto dell’istruttoria compiuta dall’ U.T.C. in relazione al Piano delle alienazioni e delle valorizzazioni immobiliari ha, invece, relazionato il consigliere con delega ai Lavori Pubblici, Filippo Giovanni De Stefani. Mentre è stato il sindaco, Pietrantonio Cristofaro, ad illustrare la quinta pratica all’ordine del giorno: l’autorizzazione di costruzione di un percorso carrabile sul suolo pubblico in piazza Unità d’Italia. “Quest’amministrazione – ha detto – ha inteso trattare questa pratica perché interessa un’area che presenta alcune criticità e diversi segni di degrado. L’istituzione di un passo carrabile potrebbe, infatti, fungere da incentivo per migliorare lo stato di precarietà di alcune case che insistono in quell’area. E’ utile sottolineare che sia l’ufficio tecnico che il responsabile dell’Area Amministrativa hanno espresso la piena legittimità dell’atto. Il Comune non avrà spese e l’uso dovrà essere, assolutamente, pubblico con manutenzione ordinaria e straordinaria a carico dei privati”. Dopo l’intervento, il sindaco ha proposto al Consiglio di impartire apposita direttiva all’Ufficio Tecnico affinché venga specificata nell’autorizzazione il fatto che l’ente è indenne da oneri di manutenzione ordinaria e straordinaria. Inoltre dovrà essere specificato che il passaggio, una volta realizzato, andrà a beneficio dell’intera collettività e, pertanto, non si costituirà servitù di passaggio a beneficio di singoli privati. Ovviamente occorrerà coniugare l’uso pubblico con i vincoli derivanti dalla presenza del cantiere sotto cura e sorveglianza del responsabile dell’Ufficio Tecnico. Sul sesto punto ha, quindi, relazionato il presidente del Consiglio Comunale, Elisabetta Ferraina che ha illustrato gli articoli del regolamento. Infine l’assessore alle Politiche Sociali, Elisabetta Sestito, ha spiegato della convenzione per la gestione associata delle funzioni e dei servizio socio – assistenziali con annesso regolamento per la composizione ed il funzionamento dell’ufficio di Piano. Le pratiche sono state tutte approvate all’unanimità.