Catanzaro, iniziativa del CUG contro la violenza sulle donne

Catanzaro,  In occasione della “Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza contro le donne” indetta dall’ONU, che si celebra il 25 novembre di ogni anno, l’Asp di Catanzaro ha inteso promuove la divulgazione sul sito web aziendale di un video dal titolo “Mettiti nei suoi panni”, realizzato dal Dipartimento per le pari opportunità presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Tale iniziativa rientra fra le azioni positive programmate dal Comitato Unico di Garanzia (CUG) ed è condivisa e sostenuta dalla Direzione Generale. La Giornata mondiale contro la violenza sulle donne è stata istituita nel 1999 dall’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU), per ricordare la morte delle tre sorelle dominicane Miraball, oppositrici del regime dittatoriale nel loro Paese e assassinate dai servizi segreti militari il 25 novembre del 1960. Per la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni, l’ASP di Catanzaro ha adottato lo scorso anno il Codice di Condotta, proposto dal Comitato Unico di Garanzia per le pari opportunità, impegnandosi a prevenire, rilevare, contrastare ed eliminare ogni forma di molestia sessuale, morale o psichica al proprio interno, allineandosi con quanto stabilito dall’art. 21 della Legge 183/2010 e dalle “linee guida” emanate con la direttiva del 4 marzo 2011 dal Dipartimento della Funzione Pubblica di concerto con il Dipartimento per le Pari Opportunità del Consiglio dei Ministri. La divulgazione del video “Mettiti Nei Suoi Panni” realizzato dal DPO, attraverso il sito web, promossa dal CUG, rappresenta un impegno personale, da parte di tutti i dipendenti dell’ASP di Catanzaro, a non commettere mai, né a giustificare o a rimanere in silenzio, di fronte ad atti di abuso o violenza commessi su chiunque e di qualunque natura essi siano: psicologica, morale, sessuale, fisica. Promuovere iniziative come queste è per tutti un modo per dire “nel nostro futuro non c’è posto per la violenza sulle donne”, con l’obiettivo di inviare a tutta la società civile un preciso messaggio: l’invito al rispetto delle donne, con le donne, per contrastare il dilagare della violenza di genere. Si ricorda, inoltre, che il numero verde di pubblica utilità 1522 contro la violenza sessuale di genere è attivo 24 ore su 24 per tutti i giorni dell’anno ed è accessibile dall’intero territorio nazionale gratuitamente, sia da rete fissa che mobile, con un’accoglienza disponibile nelle lingue italiano, inglese, francese, spagnolo e arabo. Le operatrici telefoniche dedicate al servizio forniscono una prima risposta ai bisogni delle vittime di violenza di genere e stalking, offrendo informazioni utili e un orientamento verso i servizi socio-sanitari pubblici e privati presenti sul territorio nazionale.