Chiaravalle Centrale, è morto Franco Maellare: portò la città in Serie C2

Si è spento all’età di 82 anni lo storico presidente della Frama Calcio Chiaravalle, Francesco Paolo Maellare. Se ne va un pezzo di storia della città delle Preserre, l’uomo che aveva saputo condurre per mano l’undici giallonero fino allo straordinario traguardo della Serie C2. Correva l’anno 1989-90 e la piccola Chiaravalle Centrale riusciva a competere, con orgoglio, contro i grandi professionisti del calcio, ottenendo risultati di eccezionale prestigio mai più raggiunti da queste parti. Franco Maellare era, per tutti, “Il Presidente”, anche dopo aver lasciato la dirigenza del sodalizio. Lo era stato per trentanni, dal 1960 in poi, esprimendo una straordinaria passione, spiccate doti umane e chiare competenze nel mondo dello sport. Aveva attraversato e vinto tutti i campionati regionali e interregionali, espugnando campi difficilissimi. Quello dell’attuale Serie D sembrava già un obiettivo altissimo e definitivo. E invece, poi, arrivò addirittura la Serie C2, con il nome di Frama Adelaide Chiaravalle. Lo stadio “Foresta”, in quegli anni, si vestiva a festa, strapieno di tifosi e di colori. Ricordi indelebili che riecheggiano nella memoria collettiva dei chiaravallesi, ancora oggi, attraverso le foto del tempo, rimaste affisse in qualche bar o gelosamente custodite negli album dei protagonisti di quelle stagioni: calciatori, dirigenti e allenatori, dai settori giovanili alla prima squadra, che nel vestire la divisa della Frama trovavano anche di che vivere. Maellare era anche un uomo di impresa, socio fondatore della “Frama Sud Spa” insiemi ai suoi fratelli. Una azienda di famiglia diventata, negli anni, un punto di riferimento del panorama imprenditoriale calabrese e una eccellenza riconosciuta dell’editoria centromeridionale. I funerali si terranno domani, alle ore 15, presso la Chiesa Matrice di Chiaravalle Centrale. Dopo la cerimonia funebre, la salma sarà tumulata nel cimitero cittadino.