Chiaravalle Centrale, esperienza didattica nazionale per due docenti del “Ferrari”

Le professoresse Aurora Calabretta e Rosalba Posca, docenti dell’Istituto Tecnico Tecnologico – Biotecnologie sanitarie dell’Iis “Enzo Ferrari” di Chiaravalle Centrale, sono appena rientrate da Bologna, cariche di entusiasmo e arricchite da molti spunti didattici. Le due docenti, infatti, avendo ottenuto il certificato di qualità nazionale per il progetto “One story, two perspectives by Chemistry&Art”, sono state selezionate per partecipare alla conferenza nazionale eTwinning che quest’anno si è tenuta nel capoluogo emiliano. Pur non risultando tra i vincitori dei Premi nazionali 2017, la commissione di valutazione ha reputato il progetto di alto livello qualitativo invitando pertanto le due docenti alla conferenza annuale. La dottoressa Elisabetta Zaccone, dirigente scolastico del “Ferrari”, appresa la notizia dell’invito, ha subito autorizzato le due docenti a partecipare, “nella convinzione che la pratica eTwinning vada supportata e valorizzata”. Ed effettivamente, dal racconto delle docenti, si capisce che era un’occasione da non perdere. Nel corso della conferenza, dopo la cerimonia di premiazione, si sono alternati interventi in plenaria e workshop tenuti da docenti esperti e da ricercatori Indire. Il primo intervento è stato incentrato su una sperimentazione Indire basata sulla lettura dell’esperienza eTwinning in un’ottica formativa, sperimentazione che richiede il coinvolgimento delle scuole per valutare l’impatto della pratica eTwinning sulle competenze professionali dei docenti. La dottoressa Zaccone ha prontamente dato la disponibilità della propria scuola per essere selezionata per partecipare alla ricerca. Ma questo è stato solo l’inizio. La documentazione in un progetto, il peer learning, la media education, il pensiero computazionale, il debate come metodologia didattica, la scrittura collaborativa, sono solo alcuni dei molteplici topic affrontati nei vari incontri che si sono susseguiti a ritmo serrato. Una conferenza di alto livello formativo, fortemente incisiva, grazie sia alla competenza professionale degli esperti e dei docenti intervenuti, sia alla partecipazione appassionata dei poco più di 150 docenti selezionati provenienti da tutta Italia. Tante riflessioni didattico-educative, tante emozioni, tante idee per le due docenti del “Ferrari” che ora, con rinnovato entusiasmo, si apprestano ad affrontare un nuovo progetto eTwinning!