Sicurezza, legalità e violenza: le due giornate dell’Ada

L’Ada (Associazione per i Diritti degli Anziani) di Catanzaro non è nuova nell’organizzazione di conferenze a carattere socio-culturale che possano stimolare la partecipazione della cittadinanza con dibattiti e riflessioni importanti. A tenere banco per due giornate – e precisamente i prossimi 21 e 22 novembre – sarà la tematica della sicurezza, così cara agli anziani, che si lega a quelle della legalità e della violenza.
Alla Casa delle Culture, dopo i saluti della presidente Francesca Migliarese, si avvicenderanno il primo giorno, a partire dalle ore 17, Antonio Crosta, funzionario di Pubblica Sicurezza della Questura, e l’avvocato Elvira Iaccino, portavoce di Libera Catanzaro. Al secondo giorno, sempre alle ore 17, l’intervento programmato di Maria Grazia Muri, presidente dell’associazione “Astarte”, si concentrerà sulla violenza e sui dati preoccupanti che si registrano anche a Catanzaro, tra le mura domestiche, a danno delle donne. A trarre le conclusioni delle dure problematiche affrontate sarà don Mimmo Concolino, assistente spirituale all’Università “Magna Graecia” di Catanzaro, che si affiderà all’esperienza maturata tra i giovani studenti. Sarà inoltre presente, nel corso dell’ultima giornata, il presidente della Commissione Regionale Antimafia, Arturo Bova.