Il presidente della Provincia di Catanzaro, ha incontrato il neo presidente della Consulta provinciale studentesca, Simone Giglio

CATANZARO – “Sempre al fianco degli studenti”. Su questa affermazione il presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, e il neo presidente della Consulta provinciale studentesca, Simone Giglio, si sono ritrovati senza mezzi termini nel corso nell’incontro che si è tenuto questa mattina, a Palazzo di Vetro. Una visita di cortesia che si svolge a pochi giorni dal rinnovo degli organismi dell’organo istituzionale che Giglio è chiamato a rappresentare, dando seguito ad un programma articolato e ambizioso orientato al protagonismo degli studenti, coordinato a livello regionale da Franca Falduto. In evidenza nelle linee programmatiche proprio l’edilizia scolastica, principale argomento di confronto con Bruno, visto che la Provincia è responsabile degli istituti scolastici di istruzione superiore. Dopo aver premesso che per il settore dell’edilizia scolastica la Provincia investirà circa quattro milioni di euro previsti in bilancio, il presidente Bruno ha fatto un punto sullo stato dell’arte dei 36 istituti scolastici di competenza che risultano tra i più sicuri nel Paese. E questo grazie all’attenzione e agli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria garantiti nonostante le difficoltà economiche degli ultimi anni, risultano tra i più sicuri nel Paese. Il presidente della Consulta provinciale studentesca è stato anche informato del fatto che la Provincia risulta beneficiaria di circa due milioni di euro stanziati dal Ministero dell’istruzione per la realizzazione di interventi strutturali e di manutenzione straordinaria in dieci scuole della Provincia. Bruno ha evidenziato la grande attenzione e la capacità progettuale dell’Ente che è riuscito ad intercettare per il settore importanti fondi nazionali e regionali. La Provincia di Catanzaro, tra l’altro, ha presentato due dei progetti vincitori del bando internazionale #Scuoleinnovative per la costruzione di scuole sostenibili, all’avanguardia, a misura di studente, grazie ad un finanziamento di 350 milioni di euro previsto dalla legge 107 del 2015, la “Buona Scuola”. Al termine dell’incontro nel corso del quale Giglio ha illustrato il percorso programmatico e le priorità su cui muoversi alla guida della Consulta provinciale, il presidente Bruno ha assicurato la massima collaborazione e vicinanza agli studenti, pronto ad un confronto continuo proficuo con tutto il mondo della scuola a partire dal dirigente dell’Ufficio scolastico regionale, ingegner Diego Bouchè.